Avellino – Anniversario Polizia: una festa tra cuore e memoria

13 maggio 2008

Avellino – Una “festa” all’insegna del cuore e della memoria quella che sabato vedrà come protagonista Avellino e la sua provincia nell’anniversario della fondazione del Corpo di Polizia. Memoria e cuore che incroceranno il racconto della straordinaria storia di Giovanni Palatucci, irpino e questore di Fiume che durante la seconda guerra mondiale, al costo della sua stessa vita persa nel campo di Dachau, permise a migliaia di profughi ebrei di evitare la drammatica sorte del campo di stermino. Il racconto di Palatucci sarà affidato alla “fotografia di un eroe”, voluta dal Capo della Polizia, l’avellinese Antonio Manganelli, come “centro narrativo” della serata evento in programma al Teatro Gesualdo di Avellino. Racconto che sarà supportato da un “frammento” televisivo della fiction “Senza Confini”, alcune suggestive immagini tratte dalla vita nei “campi”, e la testimonianza diretta di Gregorio Gregori, un sopravvissuto al genocidio che visse al fianco del grande eroe di Montella. Memoria e cuore che vivranno anche all’interno di un filmato, trasmesso durante la serata e dedicato ai 16 figli d’Irpinia e della Polizia che, dal 1944 ai giorni nostri, hanno donato la vita per onorare la loro divisa e il senso nobile di una missione, svolta con dedizione esemplare dalla parte della gente. Nomi, che oltre a quello dello stesso Palatucci, annoverano le guardie Giovanni Andreotti, Alessio Peluso, Antonio Annarumma, gli appuntati Paolo Savanelli e Vincenzo Truocchio, la guardia scelta Ciriaco Di Roma, gli agenti Fiorentino Manganiello, Angelo Grasso, Giuseppe Russo, il vice sovrintendente Antonio Lippiello, i sovrintendenti Francesco De Cicco e Aniello Tarantino il commissario capo Raimondo Marsico, i vice questori aggiunti Francesco Cusano e Antonio Ammaturo. Un’occasione in più per testimoniare come l’Irpinia abbia saputo nel tempo immolarsi in nome della sicurezza dello Stato per la costruzione di una Nazione civile e di un futuro di legalità e giustizia.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.