L’Avellino accende i motori: è la settimana della ripartenza

L’Avellino accende i motori: è la settimana della ripartenza

17 giugno 2019

di Claudio De Vito – Si è aperta una settimana cruciale per il futuro dell’Avellino alle prese con i vari step in ottica 2019/2020. In giornata sarà perfezionato il cambio di denominazione a cui si è proceduto nella giornata di venerdì, ma oggi scade anche il termine per la presentazione della documentazione relativa allo stadio. Il calendario è fitto di impegni.

Il club biancoverde ha lavorato nei giorni scorsi con il Comune e pertanto è in grado di aderire pienamente ai criteri infrastrutturali previsti dal manuale della Licenza Nazionale Figc. In più, il presidente Claudio Mauriello ha ottenuto la proroga dell’autorizzazione a giocare al Partenio-Lombardi fino al 30 giugno 2020. Della stipula di una convenzione vera e propria se ne riparlerà prossimamente.

Ciò che preme ora è presentare la domanda di iscrizione con annessi costi e fideiussione entro il lunedì prossimo 24 giugno. Da settimane ormai gli uffici Sidigas di Napoli ci stanno lavorando per inviare a Firenze e alla Covisoc quanto richiesto. I prossimi, di conseguenza, saranno giorni utili per definire l’attività dell’entourage di Gianandrea De Cesare da un mese a questa parte.

Ma bisognerà definire anche le questioni prettamente tecniche. In tal senso tra oggi e domani si chiuderà il cerchio per le conferme ufficiali del direttore sportivo Carlo Musa e di mister Giovanni Bucaro. Pochi dubbi sulla loro permanenza, anche perché il giovane ds di Torrimpietra sta allacciando contatti a fari spenti per l’allestimento della rosa futura.

Ivan Varone resta l’obiettivo sensibile per il centrocampo dove ci sarà ancora spazio per Alessandro Di Paolantonio. In attacco invece ballano tre nomi. Felice Evacuo, fresco di promozione in B con il Trapani, vorrebbe tornare ad Avellino da record man della C. Le altre due opzioni sono Giuseppe Caccavallo del Venezia e Daniele Paponi della Juve Stabia.

Anche dal mercato dipenderà la risposta della piazza in sede di campagna abbonamenti. A breve è atteso lo start per la sottoscrizione delle tessere stagionali. L’effetto domino della definizione dell’organigramma tecnico infine sarà la scelta della sede del ritiro pre-campionato. Le Marche sarebbero favorite sul Trentino Alto Adige. Il rilancio dell’Avellino sta prendendo forma.