Avella – Napolitano: “Siamo noi la differenza”

20 maggio 2006

Avella – È stato il senatore Nicola Mancino il testimone d’eccezione dell’ultimo comizio pubblico targato ‘Avella Domani’. Il candidato a sindaco Domenico Salvi e la sua squadra hanno incontrato gli elettori per una delle ultime assemblee. “La lista conquista sempre più consensi – ha spiegato il candidato Luciano Napolitano – e la popolazione avellana risponde con entusiasmo ai punti del nostro programma”. Dare risposte concrete alla cittadinanza, creare possibilità di sviluppo per non retrocedere in una condizione di vivibilità insostenibile. Questi, in breve, gli obiettivi che Salvi, Napolitano&co. perseguono per poter ridare ad Avella la giusta dignità politico-sociale. Con dieci esponenti della Margherita e una buona dose di forze in quota Ds e Forza Italia, ‘Avella Domani’ si appresta a concludere il suo cammino elettorale carica di buoni propositi. “Abbiamo scavalcato ogni ideologia politica – asserisce ancora Napolitano – per operare in piena coerenza. L’affare pubblico è anche correttezza e rispetto verso gli altri. E per uno dei Comuni più grandi d’Irpinia chiamato alle urne, una campagna elettorale all’insegna della diligenza, deve essere d’esempio”. Non solo Comune della provincia di Avellino, ma anche territorio confinante con la realtà partenopea, Avella aspira a diventare un modello per tutti i paesi limitrofi. “Il nostro Comune – continua il candidato del Fiorellino – può ambire ad un importante ruolo di mediazione politica e sociale. Ma per realizzare dei progetti di tale natura, bisogna affidarsi a persone competenti. ‘Avella Domani’ è rappresentata da individui corretti e onesti”.