Autostazione: A Galasso le provocazioni di D’Ercole

28 giugno 2005

Avellino – “E’ già un anno che il sindaco Galasso non amministra la nostra Città. Per festeggiare l’amministrazione ha pensato bene di allestire un gazebo dove illustrare il libro dei sogni del futuro”. Così il capogruppo di Alleanza Nazionale al Comune di Avellino, Giovanni D’Ercole, commenta l’allestimento dello stand di ‘anteprim@vellino’ che mostra la serie di progetti che l’amministrazione comunale intenderà portare avanti. O meglio “quello che il centrosinistra sogna di realizzare ad Avellino – precisa D’Ercole – il tunnel, la pedonalizzazione di Piazza Libertà, i parcheggi sotterranei al Tribunale. Tutte queste realizzazioni, ovviamente rischiano di non vedere mai la luce visto come è trascorso inutilmente questo primo anno di amministrazione Mancino-Galasso. Degno di nota anche l’inserimento, in questi spot, dell’autostazione cittadina, recentemente semidistrutta da gravi atti vandalici, consentiti dal disinteresse dell’amministrazione, incapace di organizzare un servizio di vigilanza per un bene tanto prezioso del patrimonio comunale, a differenza del controllo 24 ore su 24 per il gazebo dei sogni. Da questo fatto la proposta di Alleanza Nazionale: spostiamo il gazebo vigilato 24 ore su 24 davanti all’autostazione cittadina. In questo modo garantiremo il servizio di vigilanza che il sindaco avrebbe già da tempo dovuto predisporre affinché non dovessimo assistere allo scempio di un bene pagato dal contribuente”.