Automobilismo, presentata a Mirabella Eclano la stagione della Costa D’Amalfi

Automobilismo, presentata a Mirabella Eclano la stagione della Costa D’Amalfi

23 febbraio 2016

Partirà da Paestum, dalla splendida cornice dei templi, la stagione sportiva della Scuderia Costa D’Amalfi. Le eccellenze automobilistiche italiane, affidate a piloti appassionati e competenti, saranno in gara il prossimo tredici marzo per la prima tappa del campionato che è stato presentato ufficialmente ieri al Castelletto di Mirabella Eclano, in provincia di Avellino.

“Gare di abilità – ha evidenziato il presidente D’Amore – che mirano a valorizzare le competenze degli equipaggi e che ci consentono di promuovere iniziative di promozione della sicurezza stradale e di valorizzazione territoriale, proprio come accaduto a Mirabella Eclano”.

Gli associati della Scuderia Costa d’Amalfi che si sono ritrovati in occasione della presentazione della stagione hanno potuto apprezzare le bellissime cantine del Castelletto Aeclanum. La struttura è stata letteralmente colorata di rosso con circa quaranta Ferrari che hanno trovato posto negli ampi spazi esterni della struttura ricettiva. Lamborghini, Alfa, Maserati, questi altri marchi presenti nel parco auto degli iscritti alla Scuderia che quest’anno estenderà il proprio raggio d’azione anche oltre il confine nazionale.

Dopo la gara Paestum -Capaccio, il nove e dieci aprile ci sarà spazio per la gara delle Due Costiere che prenderà il via dalla città di Salerno e si snoderà lungo i paradisi costieri patrimonio dell’Unesco. A maggio la Scuderia si trasferirà sul circuito di Calafat, in Spagna, per una settimana di grande spettacolo, non solo motoristico. A giugno spazio alla competizione “Sulla rotta di Ulisse”, dalla provincia di Salerno fino alle coste lucane, nel centro costiero di Maratea.

Dopo il memorial Tucci, in terra pugliese, in autunno le due ultime tappe saranno: “Le Rosse sui Monti Picentini” e il “Circuito Principe di Piemonte”. Intanto, in occasione della presentazione, l’Irpinia ha, ancora una volta, affascinato gli equipaggi provenienti da diversi angoli della Campania ed alcuni anche dal Lazio. Lungo le strade del Calore in tanti hanno tirato via dalle tasche i cellulari per registrare il passaggio delle Ferrari.

Emozione indescrivibile per chi, nel silenzio del pomeriggio invernale, è stato richiamato in strada dal rombo dei motori. Funziona, ancora una volta, il binomio territorio-motori: le eccellenze gastronomiche irpine e quelle motoristiche tricolore hanno  reso la presentazione della Scuderia Costa D’Amalfi un autentico successo.