Autismo, Todisco: “De Luca mantiene gli impegni presi con i genitori”

Autismo, Todisco: “De Luca mantiene gli impegni presi con i genitori”

12 febbraio 2019

«Stamattina il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha incontrato una delegazione di genitori dei bimbi autistici, mantenendo fede all’impegno che prese ad Avellino poco tempo fa e per questa sensibilità e serietà lo ringrazio enormemente».

Ad affermarlo Francesco Todisco consigliere regionale del gruppo consiliare De Luca Presidente presente al tavolo insieme al Governatore. All’incontro hanno preso parte anche la direttrice dell’Asl di Avellino Maria Morgante e il Direttore generale del settore “Tutela della Salute” Antonio Postiglione.

«Credo sia stato un confronto molto utile – afferma Todisco – che ci ha consegnato volontà precise. Omogeneità delle terapie per tutti i bambini residenti in Campania, a differenza di quanto accade oggi, attraverso delle linee guida che saranno approvate a breve dalla giunta. Garantito l’ aumento del numero di ore di terapia per i bambini e l’emanazione di un bando di selezione per le migliori e verificate competenze da offrire a servizio dei bambini». De Luca ha inoltre rassicurato i genitori sulla possibilità di poter usufruire anche di altre strutture oltre quella appena realizzata a Sant’Angelo dei Lombardi «il centro altirpino non potrà essere l’unico a servizio dei bimbi irpini – chiarisce Todisco – né potrà essere uno strumento di ospedalizzazione da sostituire alle terapie da erogare ai bambini nei luoghi di vita, che, anzi, andranno implementate attraverso i piani di zona sociosanitari».

Rassicurazioni sono giunte ai genitori dei ragazzi che escono dal percorso ABA «per i bambini che, raggiunto il dodicesimo anno di età, sono fuori dalle terapie erogate dall’Asl, l’impegno è quello di uniformarsi ai modelli delle regioni più virtuose per garantire i medesimi standard di prestazioni. Insomma – conclude il consigliere del gruppo De Luca Presidente – un incontro costruttivo che ha mostrato attenzione e volontà di rispondere alle sacrosante istanze dei genitori».