Attesa per il convegno sulla ‘Prevenzione del tumore al seno’

26 novembre 2010

Pietradefusi – “Il seno: conoscerlo per proteggerlo”: questo l’argomento dell’interessante convegno, organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Pietradefusi, in collaborazione con l’associazione “Agorà”. Domani pomeriggio, a partire dalle ore 18, presso la Fondazione “Pascucci”, sede dell’Unione dei Comuni “Medio Calore”, valenti medici, impegnati sul territorio, affronteranno il delicato tema del carcinoma mammario. In particolare, verrà sensibilizzata la popolazione rosa sull’importanza che oggi riveste la prevenzione, per consentire una diagnosi precoce della malattia che ogni anni in Italia colpisce ancora migliaia di donne. Scoprire in tempo di avere il cancro al seno, infatti, rappresenta la carta vincente per sconfiggere la malattia e, grazie, alle moderne tecniche chirurgiche, ridurre al minimo le conseguenze dell’intervento. Dopo i saluti di rito da parte del primo cittadino di Pietradefusi, Giulio Belmonte, e dell’assessore alla cultura, Raffaello De Nisco, un parterre di rinomati professionisti affronteranno la tematica. Si parte dai medici di base di Pietradefusi, Emilio De Nisco e Gianni De Caro (tra l’altro anche presidente della storica Fondazione “Pascucci) che illustreranno il loro impegno vivo sul territorio nel fare prevenzione ed indirizzare le donne ad adottare uno stile di vita sano per prevenire la malattia. Seguiranno gli interventi del professor Carlo Iannace, dirigente medico UOC della Chirurgia Generale e Coordinatore della Brest Unit dell’azienda ospedaliera “Moscati” di Avellino, di Giuseppe Colantuoni, dirigente medico del reparto di Oncologia medica dell’azienda ospedaliera “Moscati” di Avellino, di Lanfranco Musto, dirigente medico di radiologia, che opera tra l’ospedale di Sant’Angelo Dei Lombardi e quello di Solofra. E’ previsto anche l’intervento della dottoressa Morena, presidente dell’associazione “Agorà”. “Un convegno – sottolinea il sindaco di Pietradefusi, Giulio Belmonte – che serve ad informare le donne, far capire loro quanto sia importante fare prevenzione per riuscire a sconfiggere una malattia che, purtroppo, in Italia fa segnare ancora tanti decessi ogni anno. Grazie a questi incontri le donne, di qualsiasi età, hanno modo di rapportarsi ad illustri professionisti che operano sul nostro territorio e sciogliere eventuali dubbi in materia. Ringrazio questi validi professionisti della loro disponibilità e per il loro impegno quotidiano al fianco delle persone. Spero anche di poter organizzare altri incontri, vista la ridotta capienza dei locali, per sensibilizzare tutta la popolazione su malattie che, se prese in tempo, possono essere combattute. Il nostro intento è quello di responsabilizzare le donne, incoraggiandole a rivolgersi al medico al primo campanello d’allarme, quando avvertono qualche sintomo che possa far pensare alla presenza di un male oscuro, oppure di svolgere periodicamente dei controlli, perché solo così si possono sconfiggere tanti brutti mali ed assicurarsi un’esistenza più lunga. Per questo, a breve, cercheremo di organizzare dei check-up gratuiti, in modo tale da consentire alle donne di tenere sotto controllo la propria salute”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.