Atripalda, week-end tra arte, musica e narrazione

Atripalda, week-end tra arte, musica e narrazione

1 ottobre 2018

Due giorni all’insegna della musica e dell’arte ad Atripalda. L’appuntamento è per sabato 6 e domenica 7 ottobre con inizio alle 18 e con ingresso libero presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie e l’attiguo Chiostro del Comune due eventi di grande spessore culturale.

L’iniziativa, una due giorni fatta di arte, musica e narrazione organizzata dall’Amministrazione Comunale e dall’Assessore alla Cultura, Stefania Urciuoli, verrà presentata agli organi di stampa mercoledì 3 ottobre alle 10 presso l’aula consiliare del Palazzo CivicoNel 2018 ricorrono i 150 anni della morte di Gioacchino Rossini, il noto compositore pesarese reso famoso da opere liriche quali Il Barbiere di Siviglia, La gazza ladra o il Guglielmo Tell.

Sabato 6 Ottobre, alle 18, nella Chiesa Santa Maria delle Grazie, per ricordare il compositore pesarese l’Associazione Igor Stravinsky,  che da 18 anni organizza il Festival Internazionale “Gli Anniversari della Musica”, interpreterà pagine rossiniane molto conosciute quali quelle dell’opera Il barbiere di Siviglia, alternandole a pagine meno note, interpretate dalla voce del soprano internazionale Samantha Sapienza, del baritono napoletano Maurizio Esposito, del flautista irpino Alessandro Crosta e della pianista avellinese Nadia Testa.

Il concerto dal titolo “Una sera con Rossini…note di gusto” si avvarrà della collaborazione della giornalista avellinese Stefania Marotti che farà conoscere  l’altra passione di Rossini: l’abilità musicale, invero, non fu il solo pregio per cui viene ricordato Rossini che fu un grande personaggio anche a livello culinario, ed il suo nome è legato in qualche modo a quella festa dei sensi che è l’enogastronomia.

Prima dell’inizio del concerto, verrà presentata l’Esposizione artistica dei fratelli Giordano che esporranno le loro opere nel Chiostro del Comune di Atripalda il 6 e 7 ottobre.

Il professore di storia dell’arte Giuseppe Bartoli parlerà dei pittori  irpini  Antonio, Giovanni e Mario Giordano, ne illustrerà la produzione, contestualizzandola al periodo di riferimento, indicandone influenze e precursori.

La mostra dei fratelli Giordano sarà visitabile subito dopo il concerto, e contemporaneamente sarà possibile visitare anche la piccola mostra allestita nei giardini del Palazzo di Città dall’artista Giuseppe Rubicco, che ha realizzato opere con materiali di recupero quali plastica e vetro. Al termine della serata di sabato 6 ottobre è prevista una piccola degustazione realizzata con la collaborazione di note ditte locali.

Il 7 ottobre, invece, l’esposizione verrà accompagnata dall’esibizione del pianista napoletano Luigi Cerrato e dalla cantante Giovanna Liguori che reinterpreteranno brani della musica napoletana e francese in chiave jazz moderno e, durante il concerto, l’artista napoletana Alessandra Spera condurrà il pubblico presente in un percorso ricco di parole e similitudini con una spiegazione storica – antropologica dei testi rappresentati.