L’Atripalda Volleyball è viva: 3-0 scacciacrisi all’Ischia

L’Atripalda Volleyball è viva: 3-0 scacciacrisi all’Ischia

18 novembre 2018

L’Atripalda Volleyball si rialza dopo quattro sconfitte di fila battendo sul parquet amico Ischia in una gara pressoché senza storia. Netto successo da parte dei biancoverdi che hanno chiuso sul punteggio di 3-0 (25-19, 25-21, 28-26) sudando più del previsto soltanto nell’ultimo parziale.

La vittoria nello scontro diretto per la salvezza consente ad Atripalda di respirare in classifica e a Colarusso di puntellare la panchina traballante. Il coach ha schierato la solita formazione con il figlio Fiorenzo e Salerno a formare la diagonale d’attacco, Picariello e Rescignano di banda, Mitidieri e Silvestri al centro, Marra libero.

Avvio veemente. L’inizio è subito di marca biancoverde e si capisce subito che la squadra di coach Colarusso è in palla creando subito un break di quattro punti che gli permette di gestire il risultato. Qualche patema d’animo c’è sempre perché con gli ospiti tentano di recuperare, ma alla fine Atripalda mostra solidità nella conduzione del primo parziale archiviato sul 25 a 19.

Scatto decisivo. Nel secondo set Atripalda mette ancora una volta le cose in chiaro sul 10 a 5, ma il fantasma del calo di concentrazione delle ultime uscite è dietro l’angolo e consente a Ischia di portarsi sotto. Calo che non fa rima con crollo: l’ingresso in campo di De Prisco dà una nuova linfa ai biancoverdi che tengono botta e si aggiudicano anche il secondo parziale sul 25 a 21.

Colpo di grazia. Il terzo ingresso sul parquet è un ping pong di inerzie. Ischia ha un altro piglio e riesce a guidare il punteggio per buona parte del set, ma Atripalda c’è e rimane sul pezzo. Nessuna fuga però questa volta per gli uomini Colarusso raggiunti sul 23 pari. Atripalda spreca prima due match point, ma alla fine piazza con Rescignano il punto esclamativo che sa di liberazione: il 28 a 26 finale scatena la festa in casa biancoverde.

“Una vittoria fondamentale fortemente voluta e che ci permette di risalire in classifica – ha dichiarato il libero Emanuele Marra al termine del match – rispetto alle altre gare siamo andati molto meglio nel fondamentale muro difesa. Abbiamo sofferto solo un po’ nell’ultimo set, ma ci sta perché Ischia è una buona squadra. Ora – ha aggiunto – ci attende una dura settimana di allenamenti che dobbiamo affrontare nel migliore dei modi e, nonostante domenica giocheremo contro una corazzata, daremo il massimo perché abbiamo i mezzi per mettere in difficoltà Ottaviano”.