Atripalda – 63enne ferita alla testa da un proiettile di plastica

19 marzo 2010

Atripalda – Una donna di 63 anni è stata colpita, intorno alle 20 di questa sera, da un pallino di plastica probabilmente sparato da un’arma soft-air. La donna stava attraversando il ponte sul fiume Sabato quando ha sentito come bruciare all’altezza della tempia, iniziando subito a perdere del sangue.
Soccorsa dalle altre donne con cui stava passeggiando e dai commessi del vicino supermercato, la 63enne è stata trasportata al Pronto Soccorso dell’ospedale Moscati dove i medici le hanno subito estratto quel pallino di plastica, finito leggermente sotto pelle, suturando la ferita.
Nel frattempo, i carabinieri della locale stazione si sono recati sul posto dove la donna è stata colpita per individuare l’autore del gesto, probabilmente qualche ragazzo che stava giocando con armi ad aria compressa. Di certo l’ipotesi più probabile è quella di ricondurre il fatto all’incauto maneggio di armi ad aria compressa da parte dei ragazzi del posto.