Ato Rifiuti, Gubitosa: “Storture sulla nomina di Barbati, si dimetta da Irpiniambiente”

Ato Rifiuti, Gubitosa: “Storture sulla nomina di Barbati, si dimetta da Irpiniambiente”

4 settembre 2018

“C’è poco da fare, il sistema che gli elettori irpini hanno spazzato via lo scorso 4 marzo si è immediatamente riorganizzato e continua a fare danni ai territori e alle comunità”.

Il deputato irpino Michele Gubitosa si sofferma sulla nomina della dottoressa Barbati al vertice dell’Ato rifiuti. “Quello che è accaduto negli enti di servizio in questi mesi, in particolare quello che è accaduto all’Ato rifiuti, è la prova provata del fatto che fin quando non interverremo con forza sui servizi locali non cambierà nulla”.

“Siamo tutti al corrente delle storture e delle forzature che hanno condotto alla nomina della dottoressa Barbati a capo dell’Ato rifiuti. Avevo immaginato che al cospetto di quelle evidenze ci sarebbe stato un ripensamento”.

“Nulla di tutto ciò è accaduto: le vecchie consorterie, a partire come sempre dai riferimenti del Partito Democratico, hanno proseguito senza tentennamenti verso l’obiettivo prefissato ed oggi ci ritroviamo una dirigente di IrpiniAmbiente a capo dell’Ato rifiuti, quando sul tavolo c’erano curricula chiaramente più validi. Controllore e controllato coincidono ed il gioco è fatto.”

“A tal proposito – conclude Gubitosa – mi piacerebbe sapere se e quando la dottoressa Barbati si dimetterà da IrpiniAmbiente. Da quel che mi dicono è solo in aspettativa non retribuita, se così fosse sarebbe gravissimo, un oltraggio che sfida il senso della decenza. Questo significa prendere in giro una provincia e non è accettabile, o la Barbati rinuncia al ruolo di Direttore Generale dell’Ato o si dimette”.