Asm, incontro in Regione. Zaolino: “Posta la prima pietra per il salvataggio”

Asm, incontro in Regione. Zaolino: “Posta la prima pietra per il salvataggio”

14 ottobre 2015

Il primo passo della vertenza Asm si è compiuto stamane in Regione con l’incontro tra le organizzazioni sindacali rappresentate da Giuseppe Zaolino (Fismic), Sergio Scarpa (Fiom) e Gaetano Altieri (Uilm), le rsu dei lavoratori, Chiara Maffei, in rappresentanza del Pd provinciale, Daniele Taetti, vicesindaco di Montefusco, Nello Mastursi, capo gabinetto della Presidenza della Regione e Sonia Palmeri, assessore al lavoro della Regione Campania. Sono 42 i posti di lavoro a rischio dopo la comunicazione da parte dei vertici dell’azienda di voler cessare le attività presso lo stabilimento di Pianodardine. Al tavolo non era presente la proprietà dell’azienda che incontrerà i vertici regionali nei prossimi giorni.

L’assessore Palmeri ha preso atto della difficile situazione e si è impegnata ad organizzare un nuovo tavolo per scongiurare i licenziamenti. Intanto gli operai hanno ripreso le proprie attività a pieno regime all’interno dello stabilimento di Avellino.
Sull’incontro è intervenuto il segretario provinciale della Fismic, Giuseppe Zaolino:

“L’incontro è andato bene per due motivi: il primo riguarda la presenza dell’assessore Palmeri, una donna in gamba che proviene dal mondo di lavoro e che è garanzia di impegno per i lavoratori; il secondo evidenzia le abilità di Chiara Maffei che è riuscita a riunire nello stesso tavolo Altieri, Scarpa e Zaolino.

La missione di stamane ha colto l’obiettivo: l’assessore ha condiviso la nostra impostazione, desidera ascoltare separatamente la direzione nazionale del Gruppo Tiberina per capire se ci sono spazi per eventuali negoziati e a quali condizioni. In tal caso ci sarà una riconvocazione in modo che il mediatore possa porre sul tavolo incentivi di carattere tecnologico ed eventuali finanziamenti che possano indurre l’azienda a far fronte al problema occupazionale. Chiara Maffei farà da ponte tra la Giunta regionale e le varie segreterie. Il tavolo si è attivato – conclude Zaolino – possiamo riaccendere le speranze per il salvataggio dell’Asm”.