Asl nel mirino della Cgil: “Stop alle inaugurazioni facili”

Asl nel mirino della Cgil: “Stop alle inaugurazioni facili”

10 novembre 2018

Inaugurazioni facili, la Fp Cgil attacca l’Asl. “Da quasi un mese la Fp Cgil Avellino, anche a seguito di diverse segnalazioni, aveva richiesto un incontro alla Direzione della Asl di Avellino per discutere, tra l’altro, di problemi inerenti le inaugurazioni facili”.

L’incontro (uno simile è stato già fatto all’Aorn Moscati) sarebbe stato momento, oltre che per un  saluto formale, vista la nuova composizione della  segreteria Fp Cgil, “anche di chiarimento e avvio di un ragionamento su vari punti a nostro avviso importanti, viste le istanze raccolte fra i cittadini, i lavoratori ed altre categorie della Cgil, fra i quali: Operazione Ospedali Riuniti, Nuovo Atto Aziendale, Fabbisogno Personale, Rete  Salute AORN-ASL-Enti Locali”, si legge nella nota del segretario generale Felicia Morsa e del responsabile Sanità Pietro De Ciuceis

“Ad oggi non abbiamo avuto risposta, a dispetto di una situazione di clima organizzativo all’interno di questa Asl tutt’altro che sereno e soprattutto l’apertura di una serie di servizi che, a nostro avviso, potrebbero avere seri problemi in merito al personale, alla sicurezza ed alla sostenibilità economica”.

“Registriamo in particolare quello che potrebbe accadere a Sant’ Angelo dei Lombardi e al futuro Dea di I livello di Ariano. Strutture che questa Asl ha prima massacrato e adesso rilancia a costo zero con operazioni pubblicitarie che concorrono solo a dare l’impressione che la dirigenza faccia i compiti dettati dalla Regione o chi per essa”.

“Nel dettaglio ci scenderemo presto – incalza la Fp Cgil – quando queste strutture chiederanno il loro inevitabile sacrificio a dipendenti e cittadini, smascherando l’operazione che era tipica di tempi andati quando durante le parate passavano in rassegna a più riprese sempre le stesse truppe”.

“Ci riserviamo comunque di presenziare all’inaugurazione di un qualsiasi servizio in maniera tale da poter avere l’onore di incontrare ufficialmente la dirigenza della Asl e magari anche il Governatore, che come tutti ben sappiamo nel settore delle inaugurazioni è numero “uno”.