Asd Taekwondo Avellino, trasferta in terra marsicana per i lupacchiotti di Iuliano

Asd Taekwondo Avellino, trasferta in terra marsicana per i lupacchiotti di Iuliano

16 novembre 2016

Un fine settimana ricco di impegni, ma anche di divertimento, per l’Asd Taekwondo Avellino. Di scena, al Palazzetto dello Sport di Celano (L’Aquila), i lupacchiotti del Maestro Alfonso Iuliano alle prese con il Campionato interregionale d’Abruzzo. Tanta emozione per alcuni di loro all’esordio assoluto in una competizione ufficiale, ma anche per i più navigati.

Tutti hanno fatto tesoro dei preziosi insegnamenti dei maestri e, anche se i risultati non sono stati all’altezza delle aspettative a cui i gli atleti biancoverdi ci hanno abituati, sono tornati casa pronti a rimettersi al lavoro per le prossime sfide, cercando di migliorare sempre di più.

Il bottino è stato comunque abbondante: tre ori, tre argenti e sei bronzi.

Il primo a salire sul gradino più alto del podio, sabato 12 novembre, è stato Franco Picariello (Esordiente A rosse/nere). A seguire l’argento di Giulia Argenio (bianche/gialle Esordiente B) e Mariano Parisi (Esordiente A verdi/blu), il bronzo di Fausto Cipriano (Esordiente A verdi/blu) e Matteo Tropeano (bianche/gialle Esordiente A. Un pizzico di sfortuna nei sorteggi per Marco Gaeta /Esordiente A verdi/blu) e Gerardo Tozza (Esordiente A verdi/blu).

Ancora oro, domenica 13 novembre, per Lucio Ceruso (Cadetti A rosse/nere) e Giovanni Mignone (Junior Nere), argento per Luca Celentano (Junior bianche/gialle), mentre si accontentano del bronzo Mattia Argenio (Cadetti A verdi/blu), Paolo Gaeta (Cadetti A Verdi/Blu), Francesco Saverio Prota (Cadetti A verdi/blu) e Vincenzo Giaquinto (Cadetti A verdi/blu).

«Ringrazio come sempre le famiglie degli atleti che hanno preso parte alla gara spendendo tempo e denaro per far vivere questa esperienza ai propri figli – dichiara il maestro Iuliano –.  Non tanto per la gara in sé, che rappresenta comunque un momento di crescita, al di là dei risultati, quanto per l’importanza di essere e sentirsi parte di un gruppo anche al di fuori della palestra. Un grazie particolare, per il calore e la cortesia con cui ci accoglie ormai da anni, alla direzione del Belvedere di Avezzano».