Ariano Irpino, Rievocazione Storica del dono delle Sante Spine

Ariano Irpino, Rievocazione Storica del dono delle Sante Spine

2 febbraio 2016

È partita ufficialmente la macchina organizzativa della ventesima edizione della Rievocazione Storica del Dono delle Sante Spine. Ieri sera, prima riunione del direttivo dell’associazione Sante Spine, alla presenza dell’assessore al turismo del comune di Ariano, Mario Manganiello, e di Don Antonio Di Stasio, in rappresentanza della Curia, per programmare le novità che caratterizzeranno l’edizione 2016 del famoso evento storico, folcloristico e religioso, che si lega alla presenza ad Ariano Irpino, nella Basilica Cattedrale, di due spine della Corona di Cristo.

La ventesima edizione della rievocazione storica del Dono delle Sante Spine sarà caratterizzata dall’importante partnership con Poste Italiane per la realizzazione di un Folder con la cartolina della rievocazione storica e l’annullo relativo alla manifestazione di Ariano Irpino. Tale iniziativa, ideata dal presidente Giancarlo Sicuranza e da Nino Grasso, rappresenta un’importantissima occasione di promozione della città, della sua storia e della sua caratteristica rievocazione a livello nazionale ed internazionale, nell’anno del Giubileo della Misericordia: il folder conterrà anche l’immagine del giubileo con Papa Francesco.

Saranno stampate circa cinquemila copie del folder, esposte e vendute negli uffici postali italiani. Si tratta di un’idea per celebrare la ventesima edizione della manifestazione in grado di incuriosire turisti, pellegrini, collezionisti e di conferire un più ampio respiro all’evento simbolo del Tricolle. A breve, l’ufficializzazione dell’importante progetto.

Tra le novità di questa ventesima edizione, la presenza di sbandieratori e di addobbi dell’epoca nelle varie contrade per far immergere tutta la popolazione arianese nell’atmosfera della festa storica e religiosa. Per proporre una rievocazione il più possibile fedele alla cronaca storica dell’epoca, il direttivo ha dato vita ad un comitato storico – scientifico, presieduto da Nino Grasso e composto da docenti universitari e dalla scenografa e costumista Clara Surro, con il compito di dare le direttive in merito all’organizzazione dell’evento, del corteo, dei dettagli dell’epoca.

Il direttivo ha formato inoltre vari gruppi, ognuno con la responsabilità di  un aspetto della rievocazione, dall’allestimento, alla cura della sede, all’organizzazione del palio delle contrade e della partita di calcio fiorentino. Voce dell’evento, lo speaker Antonio Perna. Responsabile della comunicazione, la giornalista Flavia Squarcio.

La ventesima edizione sarà all’insegna del ricordo di Raffaele Verde, per anni anima dell’associazione, scomparso nei mesi scorsi. Per rendere omaggio alla memoria di Raffaele Verde sono allo studio varie iniziative; in particolare saranno organizzate una mostra fotografica con tutti gli scatti più belli di questi anni che ritraggono Verde all’opera, una carrellata delle locandine di venti anni di rievocazione per ricostruire il lavoro dell’associazione, l’esposizione degli scudi delle varie contrade di Ariano realizzati con la pietra.

Il direttivo dell’associazione è così composto: Giancarlo Sicuranza, presidente; Vincenzo Paduano, vicepresidente; Alberto Pagliaro, tesoriere; Pina Roviello, segretario; Ottone Iannarone, Maurizio Giorgione e Aldo Memoli, consiglieri.