Ariano – Piano casa: la neve non ha fermato il convegno del Pd

13 febbraio 2010

Ariano Irpino – Nonostante il clima non proprio clemente, ieri pomeriggio si è comunque svolto il convegno sul Piano Casa organizzato dal Partito democratico. A prevalere le questioni legate alla Legge Regionale da poco approvata dal Parlamentino Campano che hanno visto la partecipazione del Sindaco di Ariano, Antonio Mainiero accompagnato dagli assessori Castagnozzi, Leone e Pratola. Un segnale importante per i cittadini e per la politica che sembra segnare una svolta rilevante nel modo di affrontare le questioni che riguardano un’intera collettività. “È una reazione trasversale alla politica di chiusura – si legge in una nota del Partito democratico – di schieramento, ideologizzata che non riesce più a confluire nei soliti canali dell’ortodossia partitica in un momento in cui sono importanti i riscontri e non le provenienze”. Dal richiamo del segretario cittadino del PD, Molinario, verso una riduzione delle distanze fra il centro della politica, della regione, della provincia e la periferia rappresentata da queste aree, all’analisi tecnica della legge operata da Angelo Morella, fino all’excursus di cinquant’anni di industria edile ad Ariano ed in provincia fatto da Bevere che ha sottolineato pecche e ritardi senza lesinare suggerimenti e alternative ad una Legge che, nel suo ragionamento, non dà nulla al territorio, ma contribuisce a generare ritardi. Argomenti che hanno trovato piena condivisione dall’onorevole Michele Caiazzo che nel suo intervento ha più volte rimarcato la volontà di ritornare ad Ariano per un dibattito ancora più allargato sui temi dell’urbanistica e sui modi e sui tempi per affrontare le dinamiche legate allo sviluppo dei centri storici anche in relazione con i deficit così marcatamente evidenziati anche dagli architetti, ingegneri e geometri presenti fra il pubblico, nella Legge sul Piano Casa.