Ariano – Li Pizzi: “Progetto Recoil riprenderà a settembre”

24 luglio 2014

Ariano Irpino era stato scelto insieme ad un altro comune d’Italia per realizzare il progetto “Life+ Recoil” che prevede la raccolta dell’olio vegetale esausto con il “porta a porta”. Nel corso degli ultimi 12 mesi è stato possibile testare e tracciare la raccolta domiciliare porta a porta dell’olio vegetale esausto nei due comuni pilota, attraverso lo sviluppo di un software realizzato da CID Software Studio, uno dei partner del progetto. Il risultato della sperimentazione della raccolta domiciliare porta a porta dell’olio vegetale usato nel Comune di Ariano Irpino e in quello di Castell’Azzara in provincia di Grosseto è stato incoraggiante: gli abitanti di Ariano Irpino hanno raccolto 1.212 litri di olio vegetale esausto, con una media mensile di 101 litri; i cittadini coinvolti sono stati circa 5000 con una media di olio raccolto stabile a circa 0,2 kg pro-capite. Nello stesso periodo, i cittadini di Castell’Azzara hanno raccolto 910 litri di olio vegetale esausto, con una media mensile di 68 litri. Considerando che i cittadini coinvolti erano circa 1.500, la media pro-capite di olio esausto vegetale raccolto è stata di 0,5 kg. L’Assessore all’Ambiente Raffaele Li Pizzi è molto soddisfatto di questo risultato e spera di riuscire al più presto a concludere un accordo soddisfacente con il fornitore del servizio, per poter continuare con questa buona pratica senza aggravare il bilancio pubblico con ulteriori spese. L’assessore invita, pertanto, i cittadini a non depositare la bottiglia di olio esausto davanti al portone per il prossimo primo martedì del mese ma allo stesso tempo di continuare nella raccolta, tenendo da parte l’olio utilizzato in cucina ed evitando di gettarlo negli scarichi al fine di salvaguardare l’ambiente. Appena possibile saranno rese pubbliche le informazioni sulle modalità di raccolta.