Ariano Irpino, che festa all’Avellino. Pecorini: “Spero Foscarini resti”

Ariano Irpino, che festa all’Avellino. Pecorini: “Spero Foscarini resti”

1 giugno 2018

di Claudio De Vito – I duemila e passa dell’arena “Pietro Mennea” hanno reso l’idea dell’entusiasmo che l’Avellino potrà trovare a luglio durante il ritiro precampionato. Sul Tricolle ieri è andata in scena un’anteprima di quella che sarà la preparazione estiva sul manto erboso naturale nuovo di zecca, inaugurato proprio con l’amichevole che ha visto i lupi prevalere con cinque reti sulla formazione locale della Vis Ariano.

D’ora in poi dunque non soltanto atletica leggera (con la benedizione della Fidal ormai dall’1 ottobre 2016), ma anche calcio e l’Avellino si è fatto ambasciatore della struttura sportiva della cittadina ufitana. E’ stato un bagno di folla per D’Angelo e compagni, non tutti per via del rompete le righe anticipato per alcuni, che hanno salutato i tanti tifosi accorsi all’arena rivolgendo un caloroso arrivederci alla prossima stagione.

“Ce la siamo meritata questa festa” ha detto Simone Pecorini che da infortunato ha assistito alla sgambata fuori dal rettangolo verde. “Ho altri due anni con l’Avellino, rimango qua, mi fa piacere la fiducia del presidente – ha spiegato sul futuro – è stata un’annata complicata, ho giocato poco e adesso spero che Foscarini resti perché con lui abbiamo trovato un equilibrio in corso d’opera. Ringrazio i tifosi che ci sono stati sempre vicini, daremo il massimo per evitare di soffrire come in questo campionato”.

In attesa di rendere ufficiale la scelta di Ariano Irpino come sede della preparazione estiva, i calciatori biancoverdi si godranno le vacanze insieme allo staff tecnico. Chi rimarrà, sosterrà le visite mediche nei primi giorni di luglio per poi radunarsi intorno al 10 con il ritiro in terra ufitana che scatterebbe a partire da metà mese. Ariano Irpino farà ancora la festa all’Avellino.