Ariano – Censimento: gazebo in piazza del Census Tour

25 ottobre 2011

Diverse le persone che si sono avvicinate al gazebo del Census Tour per chiedere informazioni agli operatori dell’Istat. Il minibus con il logo ufficiale del 15° Censimento Generale della popolazione e delle abitazioni ha stazionato per tutta la giornata in piazza Plebiscito per fare opera di sensibilizzazione ed informazione alla cittadinanza.
Complice una bella giornata di sole, sono state tante le persone che hanno preso materiale informativo e chiesto notizie sul censimento. Le domande più frequenti non hanno riguardato tanto il come riempire il questionario, ma più che altro dove consegnarlo. Tra le persone anziane, invece, i dubbi riguardano soprattutto la privacy.
L’Istat così come l’Ufficio Comunale di Censimento, Servizi demografici, del Comune di Ariano Irpino, rassicurano i cittadini sul fatto che possono rispondere alle domande con la massima serenità in quanto le informazioni raccolte in occasione del Censimento sono tutelate dalla legge con l’adozione di misure rigorose di protezione dei dati secondo la normativa nazionale e standard internazionali.
Riguardo alle modalità di restituzione del questionario gli addetti ricordano che si ha tempo fino al 20 novembre per consegnarlo già compilato in qualunque ufficio postale, oppure si può compilare direttamente su Internet utilizzando il link del Censimento sulla homepage del sito del Comune di Ariano, www.comunediariano it. o sul sito censimentopopolazione.istat.it; infine ci si può recare direttamente all’Ufficio Comunale di Censimento, presso i Servizi Demografici, primo piano, Palazzo degli Uffici, dove personale qualificato potrà anche dare assistenza a chi ne ha necessità.
Dal 21 novembre poi, saranno i rilevatori a recarsi presso i domicili per recuperare i questionari non consegnati. Il Census Tour ha fatto tappa ad Ariano su iniziativa dell’Istat che, per promuovere il Censimento, ha predisposto una serie ti tappe in tutti i comuni con oltre 10mila abitanti e che toccherà 726 città in tutta Italia, garantendo così una significativa sensibilizzazione in tutte le comunità.