Ariano – 31enne ammanettato: deteneva illegalmente una pistola

6 giugno 2005

Ariano – Sarà il Ris di Roma a chiarire se la pistola sequestrata dai Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino sia stata utilizzata, in passato, per episodi criminali. Intanto, resta recluso nella Casa Circondariale del Tricolle con l’accusa di possesso illegale d’arma da fuoco F.G., queste le iniziali del 31enne pugliese. L’uomo è stato ammanettato la scorsa notte nel centro del comune dell’Ufita: gli uomini del Capitano Gianluca Piasentin si sono insospettiti del suo comportamento ed hanno dunque deciso di fermarlo. A seguito di perquisizioni, i militari hanno rinvenuto nel cruscotto della sua autovettura una pistola, calibro 7.65, con matricola abrasa e pronta per essere utilizzata: nel caricatore, infatti, sono stati trovati ben otto proiettili. F.G., pugliese ma dipendente in pub di Ariano Irpino, è stato ammanettato ed accompagnato in Caserma. L’uomo sarebbe stato molto vago nella spiegazione sul perchè del possesso dell’arma. Dopo l’espletamento delle procedure di rito, il 31enne è stato tradotto in Carcere ed ora gli inquirenti attendono il rapporto del Ris per portare alla luce la verità dei fatti.