Arace: “Pronti al confronto con Pizza. Solo noi con un programma concreto”

Arace: “Pronti al confronto con Pizza. Solo noi con un programma concreto”

25 maggio 2018

Marco Imbimbo – La sinistra presenta il suo nuovo spazio politico, a via Tagliamento, ma si prepara anche al confronto pubblico Arace VS Pizza. L’incontro si terrà mercoledì prossimo alle 17,30 presso il circolo della stampa.

«Abbiamo preteso che fosse pubblico in modo da far partecipare i cittadini e consentire loro di farsi un’idea sul futuro della città», spiega la candidata sindaco della sinistra, Nadia Arace.

Lo spazio politico inaugurato oggi è un luogo «dove possiamo ritrovare le ragioni dell’unità con le differenze» spiega Arace, ma soprattutto uno spazio dove stare a contatto con i cittadini, fulcro della sua campagna elettorale. «Proviamo a portare avanti un lavoro di contatto e prossimità con i cittadini – spiega Arace. Stiamo facendo il porta a porta. Il nostro tema della campagna elettorale è: strada per strada, casa per casa. Alla ricerca dei cittadini e di chi non ci conosce, per spiegare loro le nostre ragioni, la nostra proposta politica».

Il programma della sinistra, in questa campagna elettorale è «l’unico con una caratura politica – sottolinea Arace. Mettiamo al centro le persone a cui cerchiamo di dare risposte». Un programma che si articola su vari temi ed esigenze della città: «La casa, i servizi all’infanzia e i servizi sociali in generale – spiega Arace. Ma c’è anche l’ambiente, dalle grandi vertenze come Stir ed Isochimica al decoro urbano e i parchi».

Il primo punto del programma della sinistra, però, resta «la trasparenza, dall’assegnazione del patrimonio comunale al totale della rendicontazione pubblica attraverso l’apertura dei dati, in modo da offrire ai cittadini la possibilità di controllo civico».

Importante, poi, sarà la partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa, battaglia che “Si può” ha portato più volte in Aula. «Abbiamo presentato una mozione, che ci è stata bocciata, su una gestione partecipata e sperimentale di parco Santo Spirito – ricorda Arace. Inoltre vogliamo dotare questa città di strumenti di partecipazione come i referendum popolari e le petizioni. Servono ad invitare al controllo civico».

Mercoledì prossimo, intanto, ci sarà il tanto atteso confronto tra Arace e Pizza che, a suon di programmi, si daranno battaglia al Circolo della Stampa. «Sono felice che Pizza abbia accolto il nostro invito – spiega Arace. Avevo chiesto che il confronto  sul futuro della città e sui temi che interessano i cittadini fosse pubblico, è giusto che loro possano esercitare in maniera consapevole il proprio voto».