Approvato il nuovo bando del Contratto d’Area che mette a disposizione oltre 15 milioni di Euro

by 7 marzo 2005

Aumento e stabilità dei posti di lavoro, sviluppo e consolidamento dei contesti economici locali, attenzione all’ambiente e alla ricerca. Il nuovo bando del Contratto d’Area di Avellino è stato approvato a seguito della
convocazione del Presidente della Provincia di Avellino – Responsabile Unico, On. Alberta De Simone. Nel salone Giovanni Grasso di Palazzo Caracciolo si è tenuta la riunione dei soggetti promotori e sottoscrittori del Contratto d’area per l’approvazione del nuovo Bando per la concessione di agevolazioni ad iniziative imprenditoriali nelle aree industriali della Provincia di Avellino ex art. 32 l. 219/81.
Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti dell’Unione degli Industriali, dell’Asi , di Asse e delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl.
Il nuovo Bando mette a disposizione degli imprenditori oltre 15 milioni di Euro: si tratta di economie verificatesi in fase di attuazione del Contratto d’area di Avellino la cui rimodulazione è stata autorizzata dal Ministero delle Attività produttive, su richiesta del Responsabile Unico, a seguito della rinuncia alle agevolazioni concesse ad alcune imprese sottoscrittrici del Contratto del 12 aprile 2001. Saranno ammesse alle agevolazioni programmi di investimento riferiti ai settori dell’industria e dell’agroindustria: si dovrà trattare di programmi organici e funzionali atti a conseguire gli obiettivi produttivi economici ed occupazionali prefissati e coerenti con le finalità e gli obiettivi del Contratto d’Area, oltre che con il contesto economico e sociale di riferimento.
Nella riunione di questa mattina è stata quindi fissata l’apertura del bando per la presentazione delle domande dal 30 marzo 2005 al 30 maggio 2005. Il Bando sarà pubblicato nei prossimi giorni sul sito internet del Soggetto Intermediario Asse (www.assesviluppoirpinia.it). Le domande non potranno essere presentate prima della data di apertura del Bando.
La finalità del nuovo “Protocollo Aggiuntivo” al Contratto d’Area delle aree industriali della Provincia di Avellino è il completamento della industrializzazione nelle aree realizzate ai sensi dell’articolo 32 della Legge n.219/81 attraverso la promozione di programmi di investimento finalizzati alla realizzazione di nuove iniziative imprenditoriali. Il Tavolo di Concertazione locale ha definito i seguenti obiettivi cui ispirare l’attivazione del primo Protocollo aggiuntivo: a)promuovere l’occupazione come obiettivo primario, favorendo sia l’aumento di nuovi posti di lavoro sia la loro stabilità; b) favorire lo sviluppo ed il consolidamento dei contesti economici locali attraverso il rafforzamento, anche in termini di qualità dei processi e dei prodotti, dei settori trainanti la struttura produttiva; c) favorire la sostenibilità dello sviluppo, l’inserimento ambientale delle iniziative produttive ed il recupero del territorio già impegnato da attività dismesse.
Ai fini della formazione della graduatoria per la concessione delle agevolazioni si terrà conto di diverse priorità e del rapporto tra i nuovi occupati rispetto all’investimento complessivamente esposto. Le priorità previste sono “Sviluppo dell’occupazione”, “Stabilità dell’occupazione”, “Qualità di processo, prodotto ed ambientale”, “Sviluppo distrettuale”, “Ricerca e Innovazione”, “Recupero territoriale” ed “Aggregazione” così come definite nel testo approvato. I soggetti che possono beneficiare delle agevolazioni sono le imprese che svolgono attività “manifatturiere” e che intendono promuovere programmi di investimento nelle aree realizzate ai sensi dell’art. 32 della legge 219/81. Le tipologie di investimenti ammissibili sono la realizzazione di un nuovo impianto produttivo e l’ampliamento.

Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto impianti e sono calcolate sulla base dell’intensità di aiuto autorizzate dall’Unione Europea per la Regione Campania. Le domande di agevolazione dovranno riguardare programmi di investimento da realizzare nelle aree industriali realizzate ai sensi dell’art. 32 della legge 219/81 della Provincia di Avellino. “Con l’accordo di tutti abbiamo varato il bando per la rimodulazione del Contratto d’Area di Avellino. Si tratta di un passaggio importante per creare nuove occasioni di occupazione sul nostro territorio.” E’ questo il commento del Presidente della Provincia, Alberta De Simone che ha altresì evidenziato che si tratta di ” un punto di partenza. Questa somma aumenterà con i fondi che deriveranno da fallimenti o revoche .C’è anche da evidenziare che abbiamo sbloccato la parte nazionale del Contratto d’Area ma è in fieri tutta una azione per sbloccare la parte regionale. Abbiamo anche deciso che ogni centomila euro assegnati venga creato un posto di lavoro. Una condizione indispensabile per dare nuovo impulso all’occupazione irpina che è anche una scelta di coraggio considerato che a livello regionale il rapporto è di 150 mila euro per ogni posto di lavoro.”


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.