Appiccano il fuoco alle sterpaglie nonostante i divieti: cinque agricoltori nei guai

Appiccano il fuoco alle sterpaglie nonostante i divieti: cinque agricoltori nei guai

23 luglio 2018

Residui vegetali bruciati poco distante dalle zone residenziali: altre cinque persone sono state deferite alla competente Autorità Giudiziaria in quanto responsabili di immissione nell’aria di fumi e di attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

I cinque (tre di Monteforte Irpino, uno di Mugnano del Cardinale ed uno di Forino) nonostante il divieto di bruciatura nell’attuale periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi, avevano appiccato il fuoco per lo smaltimento di sterpaglie e residui vegetali derivanti dalla lavorazione di fondi agricoli coltivati a noccioleto.

Tale condotta, oltre a essere particolarmente pericolosa, provocava un evidente senso di fastidio e molestie alle persone per l’alta concentrazione di fumo nell’aria.

I Carabinieri delle rispettive Stazioni di Monteforte Irpino, Baiano e Forino, alla luce degli elementi di colpevolezza raccolti, hanno deferito i cinque in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

I servizi predisposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, volti al contrasto degli incendi boschivi e della pratica dell’abbruciamento dei residui forestali e vegetali continueranno ininterrottamente in tutta l’Irpinia.