Antonio De Iesu è il nuovo vice capo della Polizia: “Devo tutto a mio padre e alle mie radici irpine”

Antonio De Iesu è il nuovo vice capo della Polizia: “Devo tutto a mio padre e alle mie radici irpine”

31 maggio 2019

Antonio De Iesu è stato nominato vice capo della Polizia di Stato. De Iesu, originario di Pietradefusi, lascia il suo posto come questore di Napoli e riceve un altro incarico di prestigio all’interno del corpo di Polizia, dopo essere stato a capo anche della Questura di Avellino.

“Lascio Napoli e la Questura con tristezza perché sarò sempre prima di tutto un poliziotto”, ha detto De Iesu al suo ultimo giorno di lavoro a Napoli, dedicando anche un pensiero al padre poliziotto: “Concludo un ciclo fatto di dignità e di onore e il pensiero va a mio padre, un appuntato di polizia con radici irpine che mi ha messo nelle condizioni di fare ciò per cui ero nato”.

De Jesu ha ricordato anche il suo lungo rapporto con la città partenopea: “Sono arrivato qui nel 1977 e ho avuto da questa città più di quanto le abbia dato. All’epoca l’attività investigativa era molto fisica, c’era un rapporto diretto con la città. Oggi la polizia è 4.0 e il nuovo questore ne è un valido interprete. Ne ho apprezzato le prime dichiarazioni, lui è giovane e penso che su di lui sia stato fatto un investimento di medio-lungo periodo”.

Il questore, infatti, lascia la guida della Questura di Napoli ad Alessandro Giuliano, classe ’67, anche lui figlio di poliziotto, il padre infatti fu capo della mobile di Palermo e venne ucciso alle spalle, in un bar, nel 1979 dal boss Leoluca Bagarella.