Antonello Di Guglielmo, l’architetto ambientalista candidato col M5S

Antonello Di Guglielmo, l’architetto ambientalista candidato col M5S

8 giugno 2018

La nota dell’Architetto Antonello di Guglielmo, Candidato Consigliere della lista M5S a sostegno di Vincenzo Ciampi.

Libero Professionista nato ad Avellino 53 anni orsono e da sempre residente nella mia Città. Ho discusso una tesi di Laurea in Storia dell’Architettura dal titolo “Opere Pubbliche ad Avellino città di Capoluogo di Provincia” questo a denotare il forte legame con la mia città. Per quasi 15 ho collaborato con il Comune di Avellino prima nella redazione del PUC, selezionato con Bando Pubblico dallo studio Gregotti & Associati per curriculum e titoli, occupandomi di pianificazione di Area Vasta e rapporti con la Stampa e, successivamente nel Settore Riqualificazione redigendo innumerevoli progetti finanziati dall’U.E.

Da sempre Ambientalista convinto, tanto da ricoprire la carica di Direttore di Legambiente Avellino circolo Ekos per oltre un decennio, ho condotto tantissime battaglie per migliorare la vita della Mia adorata Città, spesso sfociate in sconfitte ma non per Nostri demeriti ma per i poteri che da sempre la gestiscono. Questa mia passione unita alla mia Professione ( da sempre Bio Architetto ed Energy Manager) mi portano ad avere una visione completa di Città Sostenibile ed a misura d’Uomo.

La mia candidatura con il M5S è dettata da questo mio “essere Sostenibile ”, dalla voglia di poter realizzare tutto ciò per i miei figli e per tutti coloro che dopo di Noi continueranno a Vivere la Nostra Avellino e per ridare finalmente ad Avellino il ruolo che merita quello di CITTÀ GREEN, SOSTENIBILE ED A MISURA DEI CITTADINI.

Purtroppo lo stato in cui versa Avellino è sotto gli occhi di tutti noi e sarebbe troppo comodo e facile “sparare sulla Croce Rossa” sostenendo cose scontatissime, quindi, lascio il giudizio ai Cittadini che il 10 Giugno sono chiamati a cambiare questo stato di cose e, dietro la tendina della cabina elettorale, IN MODO LIBERO, con una matita in mano ed una semplicissima X, potranno decidere se continuare a sostenere chi ci ha ridotto così, quindi ad “accontentarsi & lamentarsi”, o votare per il cambiamento partecipando a quella che Noi definiamo “La Rivoluzione della Normalità”.

Ma una cosa ci tengo a sottolineare, il tempo della pensione deve esistere, come per tutti, anche per chi fa politica da decenni in modo “professionale”, non è giustificabile che ancora oggi chi ha fatto della Politica una professione e, ripeto i risultati/danni fallimentari sono sotto gli occhi di tutti, continua senza pudore a dettare le regole dei giochi, quindi spazio ai giovani ma soprattutto alle idee nuove. Non si può ancora oggi seguire le regole di chi afferma che la politica è fatta di piaceri personali, non per la collettività, in modo da tener legata quella persona per sempre. Tale affermazione è all’antitesi del Nostro pensiero ma soprattutto è il modo “clientelare” che per decenni ha regnato nella nostra Città facendola precipitare agli ultimi posti di tutte le classifiche.

Come si può oggi dichiarare in campagna elettorale di Amare la città se poi si è schierati con coloro i quali hanno distrutto Avellino? Come si può affermare di risolvere i problemi se quelli stessi problemi sono stati creati da chi ora, cambiando le “pedine” ma non il risultato, afferma di volerli risolvere? Come si può ancora credere a chi a creato il caso AIAS lucrando su pazienti e dipendenti, IPERCOOP, CGS ? Come si può ancora fidarsi di chi promette posti di lavoro, facendo credere che sia un regalo quando in realtà è un DIRITTO sancito dalla Costituzione ? Ma realmente pensano che gli Avellinesi siano così ingenui da credere ancora a tutto ciò.!? Veniamo attaccati di non aver un programma, detto da chi in modo “professionale” e scientifico ci ha ridotto così, lo considero un complimento ed una affermazione di paura !

Partiamo dal presupposto che non sono io a proporre ma, come da logica M5S, il Programma che Noi sosteniamo è frutto di partecipazione e condivisione ed in continuo “aggiornamento”, sia da parte nostra che dei Cittadini. Mi preme a questo punto sottolineare e ricordare una cosa molto importante e, cioè, che il M5S qui ad Avellino è rappresentato da ben quattro Parlamentari ed un Senatore espressione diretta di un Esecutivo dello stesso schieramento, pertanto è facile intuire, in caso di vittoria alle Comunali, che la città gioverebbe di un contatto diretto con il Governo.

Comunque passando nello specifico in riferimento alle mie competenze posso brevemente esporre alcune delle nostre proposte.

• NUOVO PUC |  Realizzazione del “Parco Naturalistico del Fenestrelle” come corridoio biologico/naturale di collegamento tra i due Parchi Regionali del Partenio e dei Picentini – realizzazione di una pista pedo ciclabile Pianificazione Ambientale di Area Vasta con tutti i comuni confinanti con Avellino Orti urbani Nuovo sistema di viabilità  Parcheggi satellitari di interscambio a pagamento con, compreso nel costo, trasporto pubblico del ticket o possibilità di usare bici o auto elettrica

• PROGETTAZIONE PARTECIPATA |  Scelte condivise con i cittadini e tutte le Associazioni di categoria ed Ambientaliste

• UFFICIO  EUROPA – RICERCA BANDI & FINANZIAMENTI EUROPEI |  Si sa che la Regione Campania è una delle ultime se non l’ultima per l’utilizzo dei Fondi Europei. A tal proposito onde evitare che tale risorse “ritornino” indietro si creerà  un ufficio dove un pool di tecnici studierà i Bandi Europei per dirottarne le risorse ad Avellino, successivamente tale ufficio smisterà i Bandi ed i finanziamenti ai Settori di competenza.

• URBAN CENTER |  Esposizione e condivisione di tutti i progetti in corso e futuri presso la Casa Comunale – Conoscenza delle trasformazioni urbane  – Controllo dei costi e dei tempi.

• RILANCIO DELL’EDILIZIA PRIVATA | Contributo Sisma Bonus con un contributo del 75% delle spese sostenute per l’adeguamento sismico che possono arrivare all’ 85% fino ad un tetto massimo di 96 mila euro per unità abitativa moltiplicato per il numero delle unità che compongono l’edificio  Contributo Eco Bonus con contributo del 70% per la riqualificazione energetica degli edifici con un tetto massimo di 40 mila euro per unità abitativa moltiplicato per il numero delle unità che compongono l’edificio.In conclusione di questa intervista, nel ringraziarla per l’opportunità, vorrei fare un appello a tutti i miei concittadini affinché  il 10 Giugno ci sia un Voto Libero ed Utile per tagliare finalmente i lacci che da decenni non ne permettono il decollo e la crescita, per dare un futuro alla Nostra Amata città restituendole il ruolo che le compete, quello di Capoluogo di Provincia.