Antenna telefonica, protesta di Fiamma Tricolore di Avella

13 dicembre 2011

Sul progetto attinente l’ubicazione dell’antenna –ripetitore di telefonia nel piazzale della Stazione Circumvesuviana il movimento Fiamma Tricolore di Avella prende posizione: “ siamo solidali a questi cittadini e siamo pronti a protestare insieme a loro. La nostra solidarietà è motivata dall’offesa recata al nostro territorio e alla popolazione , in quanto l’ubicazione di tale impianto è illegittimo e per nulla conforme alle direttive vigenti in materia. Si tenga in considerazione che il problema non riguarda solo le aree limitrofe in cui è installato l’impianto , bensì , l’intero territorio di Avella e di Sperone che vengono colpite direttamente al cuore : l’irradiazione elettromagnetica cagiona maggiori danni man mano che si diffonde . Ciò vuol dire che i territori saranno completamente devastati dall’inquinamento elettromagnetico e con gravi ripercussioni sull’habitat e la salute del cittadino . Pertanto , dietro queste accuse che muoviamo per il bene del nostro territorio, il partito della Fiamma Tricolore – Sezione “G. Almirante “ – di Avella chiama all’appello tutti i cittadini per far fronte a questa minaccia che incombe sul territorio e invita a non restare indifferenti;ciascuno si senta in dovere di intervenire. Un solo motto ci unisce:” Non restiamo a guardare , facciamoci avanti “. Noi siamo pronti ad agire e interagire a fianco di tutti e con tutti pur di impedire la realizzazione di questo impianto . Ma la nostra protesta non finirà qui. Proseguiremo con una raccolta di firme ad ampio raggio ,con una richiesta di petizione e tante iniziative a carattere popolare dirette all’impedimento di un progetto simile”.