Andretta – D’Ascoli affondo su Gugliemo

10 giugno 2005

Andretta – L’ultimo Consiglio Comunale riecheggia ancora. Dopo l’approvazione del bilancio, l’avvio della campagna di informazione alla differenziata, arriva un fulmine a ciel sereno in casa Guglielmo. La minoranza, e in prima linea il consigliere Nicola D’Ascoli, inoltra la richiesta di un intervento tempestivo per quanto riguarda la sfera sociale. “Il sindaco non può chiudere gli occhi – afferma D’Ascoli – davanti a problematiche serie come la diffusione di sostanze stupefacenti in paese. C’è la necessità di investire in maggiori risorse economiche e umane al fine di assicurare alla popolazione protezione e vigilanza. Non ci sono ad Andretta centri di aggregazione efficienti né per giovani né per anziani. Non funziona l’assistenza e non c’è alcuno stimolo per i nostri ragazzi che possa avvicinarli alla società”. Insomma, mentre la cittadina cresce sul piano urbanistico, con opere pubbliche e programmi informativi sulla differenziata, la cittadina decresce sul piano sociale, anzi resta al palo. Ma il primo cittadino Giuseppe Guglielmo rassicura: “Anche se non è facile intervenire su una questione tanto delicata quanto complicata, durante le prossime sedute di Consiglio Comunale attueremo dei piani sociali al fine di prevenire ogni disagio alla cittadinanza. Lanciare dei richiami ai giovani non è assolutamente facile, basta potersi muovere nella loro direzione, creare punti d’incontro e capire quali siano le loro esigenze. Per far questo, chiederemo che ci siano finanziate delle iniziative socio-culturali e magari dare vita ad un centro sociale e laboratori per oni tipo di attività dedicata al tempo libero. ”.