Ancora due settimane: Berlusconi e Casini in città?

13 marzo 2010

Avellino – Campagna elettorale agli sgoccioli. E come buona prassi vuole, gli ultimi giorni sono quelli più intensi. Candidati e segretari di partito, dopo aver illustrato programmi e lanciato dardi agli avversari, decidono di puntare sui big. C’è chi lo fa in anticipo, come è avvenuto con il Pd con Dario Franceschini o Nicola Zingaretti, e chi, per consolidata strategia o semplici motivi di tempo, si affida alle ultime ore utili.
Questa settimana sembra che la vera guerra di ‘nomi’ si giochi all’interno del centrodestra. Nulla è ancora stato reso ufficiale ma con ogni probabilità il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi potrebbe essere ad Avellino il prossimo giovedì 18 marzo.
L’ufficialità, date le circostanze, tarda ad arrivare ma si sa, il premier ama la Campania, come ha ricordato più volte anche il segretario regionale del Pdl Nicola Cosentino, e quale migliore occasione se non le elezioni regionali per fare una ‘puntatina’ alla verde Irpinia dandole la precedenza, almeno per questa volta, rispetto alla città di Napoli.
Addirittura, secondo qualche indiscrezione, lo scorso mercoledì il presidente della Provincia Cosimo Sibilia dovrebbe aver partecipato ad una cena dal premier insieme ad altre persone tra senatori e deputati. Nulla è certo ma sicuramente il numero uno di Palazzo Caracciolo potrebbe aver affrontato a Palazzo Grazioli una discussione, magari informale, su tutti i problemi che riguardano la Campania ma soprattutto l’Irpinia.
E probabilmente anche l’Udc avrebbe deciso di giocare in questa settimana la sua arma migliore: Pierferdinando Casini.
Anche in questo caso non c’è nessuna comunicazione ufficiale ma ben informati danno per certo l’arrivo del leader dello scudo crociato per il prossimo venerdì, 19 marzo, al Teatro Gesualdo. Insomma, i tempi stringono ed i partiti, come è giusto che sia, ne approfittano per giocarsi le ultime chances. E il tutto non fa altro che rendere l’attesa ancora più interessante.