Amministrative 2017, a Prata si presenta un nuovo gruppo

Amministrative 2017, a Prata si presenta un nuovo gruppo

20 marzo 2017

È già campagna elettorale a Prata di Principato Ultra dove, dopo il dissesto finanziario dichiarato a luglio e le conseguenti dimissioni del sindaco Tenneriello e del suo gruppo di maggioranza a seguito dell’impossibilità di rispondere alla diffida della Prefettura a redigere uno schema di bilancio stabilmente equilibrato, le forze in campo si organizzano ed iniziano già a scaldare i motori in vista delle prossime consultazioni.

Nella serata di ieri, infatti, la piazza principale del paese è stata teatro della presentazione del nuovo progetto politico nato dal coinvolgimento dei gruppi di minoranza in assise – Prata Futura guidata dal dottore Petruzziello e l’area renziana del PD pratese guidata dal dottore Galdo – e di una solida compagine appartenente al movimento civico Orgoglio Pratese, scioltosi qualche settimana fa dopo essersi presentato al pubblico circa tre anni addietro.

Nonostante il clima non proprio primaverile, la piazza ha risposto con grande entusiasmo e gli stessi interventi dei relatori sono stati accolti con grande favore.

Sono intervenuti Antonio Blasi e Angelo Galdo – entrambi referenti dell’ormai ex Orgoglio Pratese – che hanno illustrato ai presenti i motivi che hanno portato alla nascita di questo nuovo progetto politico, il perché sentano ancora vivo e fervido lo spirito di rinnovamento avviato con Orgoglio Pratese ed hanno ribadito con fermezza la necessità di un cambiamento sostanziale nel modo di fare politica nel piccolo comune irpino dove partecipazione e condivisione siano i capisaldi assoluti.

Ha concluso la serata il dottore Bruno Petruzziello, candidato a sindaco in pectore del nuovo schieramento, che, spiegate anch’egli le motivazioni di questo nuovo percorso intrapreso, ha duramente attaccato l’amministrazione Tenneriello, rea, a suo dire, di aver portato il paese al collasso indebitandolo immotivatamente “per più di 4 milioni di euro” e di averlo gestito per 10 anni in una maniera assolutamente incomprensibile. Lo stesso Petruzziello ha, infine, rassicurato i presenti sulle voci che girano in paese circa il rischio di un eventuale rinvio delle elezioni comunali.