Amministrative, Carlo Sibilia chiama i parlamentari: “Il candidato sindaco è Ferdinando Picariello, tutti insieme garantiamogli la vittoria”

Amministrative, Carlo Sibilia chiama i parlamentari: “Il candidato sindaco è Ferdinando Picariello, tutti insieme garantiamogli la vittoria”

24 aprile 2019

Renato Spiniello – Reddito di Cittadinanza, Lioni-Grottaminarda, ex Irisbus, Alto Calore Servizi, Isochimica e questione Amministrative: il Sottosegretario Carlo Sibilia ha voluto incontrare i cronisti locali per fare il punto della situazione a quasi un anno dall’insediamento dell’esecutivo presieduto da Giuseppe Conte e a ormai pochi giorni dalla presentazione delle liste presso gli uffici comunali.

“Partiamo dai numeri – svela Sibilia – in Irpinia il 75% delle richieste del RdC sono state approvate (4.950 su 6.649, ndr), è partito anche il bando dei Navigator e la Campania è risultata seconda dopo la Sicilia nelle domande, poi sono stati stanziati dal Governo 900 milioni di euro per le piccole comunità, tra quelli destinati alla manutenzione di strade e scuole e quelli per i comuni al di sotto dei 20mila abitanti, in più ci sono i fondi relativi alla norma Fraccaro per le ristrutturazioni energetiche, i fondi per la videosorveglianza e il bando per la giovane imprenditoria”.

Lioni-Grottaminarda – Come anticipato in occasione della visita al centro Flipper di Rione Parco, l’operazione è andata in porto. Finalmente è stata cancellata la gestione commissariale in capo a un commissario nominato 39 anni fa e quindi nell’immediato post-terremoto. Era vergognoso dire alle persone che avevamo ancora un commissario da quei tempi, eravamo diventati gli zimbelli d’Italia sotto questo aspetto. Adesso l’opera è andata in capo alla Regione Campania con la vigilanza dei Ministeri allo Sviluppo Economico e ai Trasporti. Abbiamo ora quattro anni e mezzo per chiudere quest’opera e mi auguro che ciò accada sotto il Governo del M5s. Sinceramente il dibattito che si è creato attorno a questa vicenda non credo abbia fatto bene all’Irpinia, evidentemente se era tutto bloccato da 20 anni qualcosa non andava.

Alto Calore Servizi – Non mi esprimo su questioni tecniche, ma se una società con 140 milioni di debiti è arrivata dopo quattro mesi a mandare le carte alla Cassa Depositi e Presiti, vuol dire che ci sono ritardi evidenti. Se il piano di Ciarcia dovesse funzionare io sono l’irpino più felice del mondo, ma se quest’analisi dice picche allora vuol dire che qualcuno ha fatto valutazioni sbagliate. Il mio ruolo è evitare che i comuni irpini vadano in bancarotta tentando di sottoscrivere quote per non far privatizzare l’Alto Calore. I sindaci devono avere la possibilità di capire dove va a finire quest’azienda. Dobbiamo essere tutti compatti per non farla privatizzare.

Industria Italiana Autobus –  Sull’ex Irisbus il Mise ha fatto un mezzo miracolo, perché in quello stabilimento ora si sta finalmente lavorando per mettere su strada 30 nuovi autobus che andranno a Genova e a Napoli. Prima i capannoni erano vuoti, non si produceva niente, mentre oggi arrivano i motori e le scocche, in più abbiamo ripulito i debiti e aggiustato l’assetto societario che ora vede la maggioranza del pubblico con Invitalia e Lonardo, che sono le nostre garanzie, e ora stiamo lavorando per far entrare un nuovo socio che possa far fare il salto di qualità all’azienda e che possa garantire la produzione di autobus per i prossimi 30 anni. Quello che ci tengo a sottolineare è che siamo passati dalle parole ai fatti, perché in quell’azienda ora si producono autobus.

Isochimica – E’ una vicenda triste per politica irpina, in passato sono stati presi degli impegni che poi non sono stati mantenuti. Noi non vogliamo prendere in giro nessun operaio: c’è una situazione di stallo e quando avremmo trovato le risorse per sbloccarle sarò felice di dare il mio contributo.

Amministrative – Avellino ha il suo candidato sindaco del M5s, ed è Ferdinando Picariello. Ora il vero valore aggiunto devono essere i nostri parlamentari, che in un anno di Governo hanno acquistato esperienza e ora devono mettersi sulle spalle questa lista e portarla alla vittoria. Il contributo di tutti loro rappresenterà quel quid in più per portarci quei 400 voti in più rispetto all’anno scorso che ci garantiranno una vittoria piena. La certificazione delle liste non spetta a me ma al processo democratico che parte da Open Comuni sulla piattaforma Rousseau, sono state fatte della valutazioni che evidentemente non comprendevano il voto online. Il MeetUp non è una sezione di partito del M5s, quindi non ha alcun diritto di prelazione rispetto ad altre associazioni per esempio, né può imporre delle condizioni. Non va elevato a interlocutore chi interlocutore non è.

Questione morale – Mi chiedo come sia possibile che le altre liste annoverino candidati con ombre pesantissime legate alla gestione della Pubblica Amministrazione, e non si tratta di multe per eccesso di velocità, bensì di indagini in corso per sottrazione o per peculato. Queste sono cose che vanno sottolineate, prima delle ambizioni personali per noi viene il progetto politico.

Operazione verità al Comune di Avellino – Dissesto o pre-dissesto, i conti di Palazzo di Città non erano a posto. Noi abbiamo posto in essere quest’operazione verità e alla fine il commissario, facendo le sue valutazioni, ha deciso di dichiarare il pre-dissesto. Altre valutazioni future spetteranno al prossimo sindaco di Avellino, che mi auguro sia del M5s.