Alto Calore Servizi, la nota dei sindaci del Pd

7 giugno 2013

Avellino – “L’ACS presenta bilanci in rosso e contemporaneamente in piena campagna elettorale per l’elezione del sindaco di Avellino, il direttore di processo idrico con nota del 06/06/2013 fa richiesta al Coordinatore di Attività Gestione acquisti ‘al reperimento di n° 13 unità interinale, …… per un periodo di 30 mesi’. Tale atto oltre che scorretto da un punto di vista politico, non tiene assolutamente conto delle illegittimità contrattuali già denunciate dai sindacati, ma và ulteriormente ad aggravare i bilanci del Consorzio”. Così in una nota Valentino Tropeano, capogruppo dei sindaci del Pd all’Acs.

“Tra l’altro considerando che il Consiglio di Amministrazione è in scadenza e che è stato convocato il Consiglio generale per il 28/06/2013 tale atto si presta a vecchie logiche clientelari senza tener conto del grave rischio che corrono sia i lavoratori dell’ACS che i comuni soci che si vedono aumentare sempre di più i costi del servizio. I sindaci del Pd alla luce dell’ennesimo atto consumato sulla pelle dei giovani disoccupati della Provincia metteranno in campo tutte le dovute azioni presso gli organi controllo affinchè si faccia chiarezza su tale atto”.