Alta Velocità, Pd all’attacco: “Irpinia e Sud penalizzati ancora una volta”

Alta Velocità, Pd all’attacco: “Irpinia e Sud penalizzati ancora una volta”

27 ottobre 2018

“Per l’Irpinia, per il futuro delle nostre comunità e per uno sviluppo vero, concerto e credibile, la stazione dell’Alta Velocità Hirpinia, rappresenta un tassello per ridare centralità alla nostra provincia” afferma in una nota la segreteria provinciale del Pd.

“Purtroppo, chi come i 5 Stelle, ha raccolto voti e consenso, sfruttando la rabbia e la paura, oggi mostra in maniera chiara l’idea che ha di mezzogiorno e di Irpinia. Se non bastava allearsi con chi inneggiava al Vesuvio, nella pratica di governo elimina fondi e taglia le possibilità e le opportunità di sviluppo”.

“La stazione Hiprinia sarebbe stata l’unica dell’alta velocità nel nostro territorio, avrebbe rappresentato non solo una base per costruire uno sviluppo attorno ad una base logistica ma avrebbe riscoperto il ruolo di porta geografica che nella storia il nostro territorio ha sempre svolto”.

“Chi, come i parlamentari del M5S, ha prima promesso e rassicurato e poi, senza battere ciglio, hanno cancellato una opportunità concreta per ridare ossigeno, prospettiva e concretezza al futuro di tutti noi, oggi dovrebbero fare chiarezza e finalmente levarsi la maschera e mostrarsi per ciò che sono e cioè solo pedine di un progetto ben articolato che riduce il Sud ad un serbatoio di voti al quale, proprio per questo, vanno impedite tutte le possibilità di esprimere le proprie potenzialità, ingabbiando in trappole di assistenzialismo le tante competenze e professionalità delle nostre comunità” concludono i democratici.