Alta Capacità,incontro in Regione: la Provincia chiede tempi stretti

4 dicembre 2012

Si è tenuta questa mattina, presso gli uffici dell’assessorato ai Trasporti della Regione Campania, la riunione convocata dall’assessore Sergio Vetrella per definire l’intesa sulla localizzazione del raddoppio della ferrovia Napoli-Bari (Alta Capacità), essenzialmente riguardante il tratto irpino compreso tra Apice (Benevento) e Orsara (Foggia). All’incontro hanno partecipato le amministrazioni provinciali di Avellino e Benevento. A rappresentare la Giunta di Palazzo Caracciolo, il vicepresidente Vincenzo Sirignano e gli assessori Domenico Gambacorta e Generoso Cusano.

La Provincia di Avellino ha sollecitato Rfi a integrare quanto richiesto dal Ministero dei Beni culturali al fine di poter concludere la procedura di valutazione di impatto ambientale avviata a maggio 2010 ed ha chiesto all’assessore Vetrella di sollecitare gli uffici competenti della Regione Campania e della Regione Puglia a formulare i pareri di competenza a tutt’oggi non ancora espressi. Per la Provincia di Avellino l’obiettivo comune deve essere quello di sottoporre al Cipe, entro gennaio, il progetto preliminare dotato di tutti i pareri, comprese le approvazioni dei comuni invitati all’incontro, così da poter finalmente avviare la progettazione definitiva dell’intervento per la quale il Cipe, con la delibera del 3 agosto 2011 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2011), ha stanziato 57 milioni di euro.

L’assessore Vetrella ha fornito ampie rassicurazioni e non ha escluso che un incontro conclusivo possa svolgersi entro l’anno. Nei mesi scorsi, in più occasioni, il presidente della Provincia, Cosimo Sibilia, ha sollecitato il Ministero dei Beni Culturali, la Regione Campania e la Regione Puglia ad accelerare l’iter per le procedure di propria competenza.