All’Università di Salerno un laboratorio dedicato ad Antonella Russo

15 maggio 2008

Da ieri campeggia vicino al laboratorio d’informatica dell’Università di Salerno la targa “Laboratorio Multimediale Antonella Russo, medaglia d’oro al Valor Civile, con dedica alla seduta del 18 aprile del Consiglio di facoltà”.
Dunque è stata mantenuta la richiesta avanzata nel marzo del 2007 quando la giovane solofrana doveva discutere la tesi di “Lingue e modelli culturali dell’occidente”.
Tesi mai discussa perchè la sua vita venne stroncata un mese prima dal convivente della madre Antonio Carbonara. Era la mattina del 20 febbraio quando l’uomo esplose con la sua 7,45 sei colpi all’indirizzo di Antonella di cui quattro risultarono letali. La ragazza aveva appena accompagnato la madre al lavoro presso un opificio conciario. Per la Preside di facoltà di Lingue e Letterature straniere, Ileana Pagani, l’intitolazione del laboratorio d’informatica ad Antonella Russo manifesta la volontà del Consiglio di Facoltà e risponde alle numerose istanze presentate dai giovani studenti in ricordo di Antonella. Ora si è in attesa dell’assegnazione della Laurea post mortem. “L’intitolazione dell’ aula multimediale – spiega la Pagani – è stata una consolazione per i familiari e un riconoscimento al lavoro laborioso espresso dalla studentessa durante il suo percorso universitario”.
Alla cerimonia erano presenti la madre Lucia e la sorella Milena visibilmente commosse.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.