Alloggi popolari, Cillo: “In alcune case non vivrei neanche se mi pagassero”

Alloggi popolari, Cillo: “In alcune case non vivrei neanche se mi pagassero”

18 febbraio 2016

“In alcuni alloggi non vi abiterei neanche se mi pagassero”.

Lo ha detto l’assessore alle Politiche Sociali del comune di Avellino Marco Cillo stamane al Tavolo sulle Politiche Abitative che si è tenuto a Palazzo di Città.

Presenti, tra i vari, le parti sociali, rappresentanti dell’Iacp e i consiglieri Carmine Montanile, Enza Ambrosone, Francesca Medugno e Nadia Arace.

Cillo ha fatto riferimento agli alloggi popolari di proprietà del Comune, “per i quali – ha spiegato – è necessaria la cifra di 26 milioni da destinare a ristrutturazione”.

In commissione è stato fatto il punto sulla manutenzione degli alloggi (“… negli ultimi 30 anni la manutenzione ha interessato solo il 20 per cento dei 1222 alloggi di proprietà del Comune”) e sulla ricognizione sviluppata da Cillo negli ultimi due mesi.

“Negli ultimi due mesi – ha detto Cillo – abbiamo effettuato una ricognizione su tutto quello che concerne il capitolo delle politiche abitative, in particolar modo abbiamo lavorato sulla riunificazione degli uffici, in modo da passare agli attuali 5 dirigenti ad un unico super dirigente”.