Alloggi popolari abusivi, il piano del Comune: ufficio unico e procedure più rapide

Alloggi popolari abusivi, il piano del Comune: ufficio unico e procedure più rapide

5 febbraio 2016

Occupazioni abusive, un fenomeno che non può essere gestito come fatto finora, secondo Michele Arvonio, comandante dei Vigili Urbani di Avellino, in quanto esteso e non propriamente supportato dagli uffici comunali.

La proposta è quella di creare un ufficio unico che può anche avere sede nel comando della Polizia Municipale in cui operi un personale specializzato unicamente nell’attività.

Tale proposta è stata accolta da Marco Cillo, assessore alle Politiche Sociali e alla Trasparenza del Comune di Avellino, che terrà nei prossimi giorni alcuni incontri organizzativi. Possibile una nomina di un dirigente, che non sarà Arvonio, che si occuperà degli sfratti e delle nuove assegnazioni, oltre che della manutenzione degli alloggi e del recupero canoni.

568 ad oggi gli alloggi occupati abusivamente, ovvero una casa popolare su cinque. 240 invece i casi di morosità rilevanti per un totale – solo nel 2015 – di circa 600 mila euro non riscossi.

Riunificare gli uffici e sviluppare procedure più rapide, questi i primi cambiamenti che verranno operati secondo Cillo, mentre la manutenzione rimarrà ai lavori pubblici. Sugli alloggi abusivi si interverrà sgomberandoli e ristrutturandoli, ovviamente si dovrà intervenire anche dal punto di vista sociale per capire le difficoltà e le povertà di questa città, facendo un’indagine a tappeto sui redditi degli abusivi.