Irregolarità nell’allevamento di animali da reddito: azienda di Apice nei guai

Irregolarità nell’allevamento di animali da reddito: azienda di Apice nei guai

20 novembre 2019

Nella mattinata di ieri i militari della Stazione Carabinieri Forestale di San Giorgio
del Sannio, unitamente a dirigenti veterinari dell’ASL di Benevento, durante un controllo
finalizzato alla verifica del rispetto delle vigenti normative in materia di allevamenti di animali
da reddito, hanno riscontrato gravi irregolarità a carico del titolare di un’azienda zootecnica di
Apice (BN).

In particolare, il personale operante a accertato la detenzione di oltre duemila
confezioni di farina tipo 00 da 1 kg l’una e circa un metro cubo di vari prodotti confezionati
e in parte scaduti (panna da cucina, burro, besciamella …) in assenza di documentazione sulla
tracciabilità.

Prodotti, questi, destinati all’alimentazione umana ma che di fatto venivano
impiegati in azienda per l’alimentazione degli animali, con il conseguente sequestro per la
violazione alle vigenti norme in materia di tracciabilità degli alimenti e dei mangimi (Reg.
(CE) n. 178/2002.

Sono state, inoltre, riscontrate irregolarità anche nella regolare tenuta dei
registri obbligatori dei mangimi e delle utilizzazioni agronomiche degli effluenti di
allevamento. Contestate violazioni amministrative per un importo complessivo superiore a
5000 euro. L’attività espletata dai Carabinieri Forestali si colloca all’interno di una campagna
di controlli finalizzata a prevenire e reprimere gli illeciti in danno della sicurezza alimentare
dei cittadini.