All’Eliseo la prima del candidato Nello Pizza: “Riempiamo di contenuti le scatole vuote della città”

All’Eliseo la prima del candidato Nello Pizza: “Riempiamo di contenuti le scatole vuote della città”

10 maggio 2018

Renato Spiniello – “Una grande emozione rientrare in questo cinema che frequentavo da ragazzino, all’epoca non era così bello anche se a me appariva bellissimo”. Parte dall’ex Gil la campagna elettorale dell’avvocato Nello Pizza, a capo di una larga coalizione che dal Pd si estende al Fronte Popolare, passando per diverse liste civiche. Quest’oggi la struttura di Via Roma spalanca le sue porte per la prima volta a dieci anni di distanza dall’inizio dei lavori, per la chiusura del quadriennio di attività del Forum Giovani, presieduto da Stefano Luongo, e per la presentazione del progetto “Cittadella della Musica”, voluto proprio dall’organismo giovanile.

“La cultura sarà uno dei punti cardine del nostro programma – prosegue il penalista – oltre a migliorare lo spirito dei singoli porta risorse anche economiche alla città. Avellino deve investire sulla cultura perché è un ottimo strumento per coinvolgere i giovani e noi contiamo molto sulle associazioni per dare contenuti alle tante scatole vuote della città e mi riferisco ovviamente alle strutture pubbliche”.

Almeno otto/ nove le liste a sostegno di Nello Pizza, un numero che tuttavia non spaventa l’avvocato. “Iniziare a imparare a gestire le diverse correnti può esserci utile per quello che troveremo dopo, a patto sempre che dovessimo vincere le elezioni. Credo che la pluralità sia un fatto positivo, poi dipende sempre da come vengono affrontate e gestite le diverse situazioni.” Ufficializzata anche la presenza di Gianluca Festa e del suo gruppo nella coalizione. “Si aggiunge un tassello importante e spero determinante, ma la vicenda è stata gestita all’interno del Partito Democratico e non da me, quindi non posso aggiungere molto”.

Pizza, che non presenterà la squadra dell’esecutivo prima della data delle elezioni, risponde anche a chi lo ha definito “la vittima sacrificale di turno delle lotte intestine al centrosinistra”. “Mi auguro che non sia così – sottolinea – anzi spero che possiamo noi fare un sacrificio per rendere un servizio utile alla città”.

Infine sugli avversari, il candidato sindaco del centrosinistra ammette: “Più che gli altri temo noi stessi, mi preoccupa il fatto di non riuscire a trasmettere il messaggio che vogliamo dare alla città, gli altri sono competitor con cui ci confronteremo rispettandoli. Sabino Morano candidato del centrodestra? Persona intelligente e preparata, la sua una candidatura autorevole e mi fa piacere confrontarmi con lui perché dal confronto nascono sempre buone cose”.