Allarme sicurezza: piano della Prefettura per l’Alta Irpinia

Allarme sicurezza: piano della Prefettura per l’Alta Irpinia

7 giugno 2018

Sarà rafforzata l’attività di monitoraggio territoriale in Alta Irpinia. Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza saranno coinvolti in servizi specifici con l’obiettivo di tenere sempre alta l’attenzione.

La periodica riunione del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza pubblica della Prefettura si è concentrata stavolta sull’Alta Irpinia. I recenti e continui episodi di cronaca (tra cui quello che ha coinvolto Ciriaco De Mita e la moglie Annamaria Scarinzi) hanno spinto il Prefetto Maria Tirone a soffermarsi su una zona del territorio periferica e, quindi, più difficile da controllare.

Al vertice era presente anche il sindaco di Nusco che ha ripercorso la notte di paura vissuta nella sua villa quando, insieme alla moglie, si è trovato davanti quattro persone incappucciate. De Mita ha avuto la percezione, e lo ha ribadito anche durante l’incontro, che i malviventi conoscessero bene la casa e sapessero come muoversi.

Nel corso del vertice si è posto più volte l’accento sull’esigenza di garantire maggiore attenzione ai comuni dell’Alta Irpinia per assicurare livelli di sicurezza più elevati per gli abitanti di paesi piccoli e spesso poco abitati.