Allarme Fca, la Fiom chiama i parlamentari irpini

Allarme Fca, la Fiom chiama i parlamentari irpini

19 settembre 2018

Allarme Fca, la Fiom chiama parlamentari e consigliere regionali. I delegati della Fiom Cgil della Fca di Pratola Serra e la Segretaria Provinciale di Avellino, considerato il persistente stato di incertezza in cui versa lo stabilimento, sono pronti ad inviare una lettera aperta alla deputazione irpina in Parlamento e a Palazzo Santa Lucia.

L’iniziativa si è resa necessaria in seguito della scelta da parte di Fca di interrompere la produzione di motori diesel a partire dal 2022. Provocando un verticale calo di produzione ed aumentando il numero di giornate di ammortizzatori sociali.

Le prospettive per i circa 1800 lavoratori di Pratola Serra sono insomma tutt’altro che rosee. Difficile, alla luce delle scelte strategiche annunciate da Fca, immaginare un futuro per lo stabilimento irpino che possa prescindere da un piano di riconversione legato alle nuove tendenze di mercato indirizzate verso i motori elettrici e ibridi.

Questioni che saranno al centro della conferenza stampa convocata per venerdì 21 settembre alle 11.30 presso la sede della Cgil. “Vogliamo coinvolgere le istituzioni, al fine di  costituire un fronte sociale che dia forza alle richieste di lavoro provenienti dalle maestranze”, precisa il segretario della Fiom Sergio Scarpa.