Allarme droga:I carabinieri rinvengono diversi quantitativi nei servizi igienici dell’Itis di Avellino.

by 25 febbraio 2005

E’ allarmante, preoccupante la “scoperta” fatta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Via Roma. Rinvenire droga e armi bianche all’interno di un Istituto Scolastico Superiore deve far riflettere: è risaputo che anche davanti alle scuole i pusher entrano in azione e la conferma viene dalle numerose operazioni poste in essere negli anni dalle Forze di Polizia. Spesso, al fine di contrastare lo smercio di droga tra gli studenti, Carabinieri e Polizia impiegano i loro uomini, rigorosamente in borghese, che vestendo i panni da studente “vigilano”, con estremo scrupolo, sui nuovi fermenti studenteschi. Purtroppo, l’uso di sostanze stupefacenti è uno dei fenomeni sociali più importanti, soprattutto tra gli studenti e tra i giovani e l’operazione all’Itis “Guido Dorso” di Contrada Baccanico lo dimostra. Il blitz antidroga dei Carabinieri del Maggiore Francesco Merone e del Capitano Paolo Dembech è scattato ieri mattina: mentre la campanella richiamava in aula gli studenti dell’Istituto Tecnico, i militari hanno fatto irruzione. A seguito di perquisizioni, attente e dettagliate, sia nei locali adibiti ai servizi igienici e sia nelle aule didattiche, hanno rinvenuto 15 grammi di hashish, 5 grammi di marijuana, una siringa da insulina, un taglierino, e diverse bustine di cellophane nelle quali sono state rilevate tracce di eroina e di cocaina. A fare da custodi due cani. Le sostanze stupefacenti e le attrezzature, per la preparazione delle dosi da iniettare o da sniffare, erano state occultate con cura dietro a termosifoni e a lavandini: la merce è stata sequestrata mentre i Carabinieri hanno effettuato perquisizioni sugli studenti non rinvenendo nulla di “illegale”. Il blitz antidroga è il primo atto avuto a seguito di numerose segnalazioni da parte del Preside dell’Itis, il professore Michele De Simone, e di insegnanti insospettiti da un atteggiamento sui generis dei loro studenti. Insomma, nonostante i servizi di repressione davanti agli Istituti la droga continua ad avere libero accesso nelle scuole…


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.