Allarme bomba al Tribunale, il titolare del Saint Tropez: “Il messaggio in una busta sigillata”

Allarme bomba al Tribunale, il titolare del Saint Tropez: “Il messaggio in una busta sigillata”

21 settembre 2019

Renato Spiniello – Un messaggio dattiloscritto su un foglietto chiuso in una busta recante l’intestazione del Tribunale di Avellino e sigillato con la spillatrice. Il testo faceva riferimento a una bomba, posizionata all’interno del Palazzo di Giustizia, che esploderà il giorno 25 e a una sfida rivolta presumibilmente alla Forze dell’Ordine a trovarla prima della sua deflagrazione.

A trovare il messaggio, all’interno del proprio locale, il “Saint-Tropez” di Piazza D’Armi, il titolare Ciro Covi. “La busta è stata rinvenuta nel bagno del bar – ci spiega – all’inizio pensavo che qualcuno l’avesse dimenticata, poi invece aprendola abbiamo avvertito la Polizia che è intervenuta immediatamente già ieri sera”.

Il messaggio, infatti, è stato trovato all’incirca alle ore 20:00 di ieri e stamattina si è proceduto a bonificare la zona e a ispezionare i locali del Tribunale alla ricerca del presunto ordigno. A intervenire sul posto la sezione Volanti della Polizia di Stato, la Digos e anche l’Unità Cinofila dei Carabinieri.

Il labrador della Polizia e il pastore tedesco dell’Arma hanno ispezionato attentamente il Palazzo di Giustizia, facendo affidamento sul proprio fiuto. Nessuna bomba è stata rinvenuta, ora gli inquirenti cercheranno nelle immagini delle telecamere della videosorveglianza il presunto autore del gesto.