Ale Gentile avverte la Sidigas: “Gara difficilissima, ma credo nel blitz”

Ale Gentile avverte la Sidigas: “Gara difficilissima, ma credo nel blitz”

5 gennaio 2018

Renato Spiniello – Punta decisamente ad espugnare il PalaDelMauro Alessandro Gentile, uno dei tanti giocatori di qualità della Virtus Bologna, ospite questa domenica a via Zoccolari, e definito nel pre game da coach Pino Sacripanti, insieme ad Aradori e Slaughter, tra i prezzi pregiati del mercato delle VuNere.

La truppa di Ramagli, dopo un periodo difficile, sembra aver trovato la definitiva quadratura del cerchio, piazzando tre vittorie nelle ultime tre gare ed entrando in griglia verde in ottica Final Eight di Coppa Italia.

Alessandro Gentile, dopo un’annata turbolenta questa è sicuramente la stagione del rilancio: reputi la decisione di ripartire da Bologna una scommessa già vinta o è ancora troppo presto per tirare le somme?

Ripartire da Bologna non è stata una scommessa perché la Virtus è una società, anche se neopromossa, di grande tradizione e sta svolgendo un programma per tornare ad occupare la posizione che gli compete nel panorama del basket italiano. C’è uno sponsor di grande importanza a livello nazionale e di grande richiamo internazionale con tanta ambizione per cui dopo un’annata un po’ così non poteva per me esserci occasione migliore e non si può certo parlare di scommessa.

Considerando lo status di neopromossa di lusso di Bologna, chiudere la prima parte di stagione tra le prime otto sarebbe l’obiettivo minino o rappresenta comunque un traguardo importante per questa squadra?

Centrare l’ingresso alle Final Eight di Coppa Italia ed ai Play Off è l’obiettivo che ci siamo dati ad inizio stagione, siamo in lotta per raggiungerlo nonostante ci attendano due difficilissime partite e faremo di tutto per centrarlo.

Concentriamoci sulla sfida di domenica, si affrontano due delle squadre più in forma del momento: che partita sarà al PalaDelMauro?

Sarà una partita per noi difficilissima, perché la Sidigas è un’ottima squadra già collaudata da diverse stagioni ai vertici della classifica, noi siamo alla prima esperienza insieme ed è abbastanza visibile che ogni tanto abbiamo dei passaggi a vuoto dovuti alla mancanza di amalgama. Veniamo da un buon momento di tre vittorie consecutive, stiamo lavorando tanto insieme e stiamo migliorando, ma bisogna continuare su questa strada perché la conoscenza reciproca si acquisisce solo lavorando tanto insieme. La Scandone è da tanto che lo fa con lo stesso coach, noi solo da alcuni mesi.

A due tornate dal giro di boa, l’accesso alla Coppa Italia passerà anche per Avellino, campo molto caldo e l’unico ancora inespugnato in A: ci credi al blitz?

Certo che ci credo al blitz pur essendo consapevole della difficoltà della partita. Ogni giocatore scende in campo per vincere, altrimenti che lo fa a fare? Noi a maggior ragione non abbiamo ancora la certezza di disputare la Final Eight di Coppa Itala e siccome è un obiettivo della nostra stagione faremo di tutto per raggiungerlo e ci impegneremo al massimo per espugnare il PalaDelMauro, pur essendo consapevoli dell’estrema difficoltà della partita.

Con Jason Rich sarà anche sfida nella sfida tra cannonieri, oltre agli obiettivi di squadra c’è la voglia di agguantarlo in questa specifica graduatoria individuale?

Assolutamente no, la classifica dei marcatori è una graduatoria con riconoscimenti solo marginali, a noi interessa in questo momento solo entrare alle Final Eight di Coppa Italia e giocheremo per raggiungere questo obiettivo.

Avellino, Milano e Brescia guidano la classifica, quale vedi favorita per il primo posto al termine del girone d’andata?

Sicuramente Brescia ad oggi è quella che meno ti saresti aspettato di vedere in quel posto, ma se dopo tredici partite è lì vuol dire che parecchi meriti li avrà pure. La posizione al termine del girone di andata determina solo la griglia del tabellone di Coppa Italia ed ha un’importanza relativa, al termine della stagione continuo a vedere come favorita Milano che è sicuramente la più attrezzata a livello numerico avendo investito prepotentemente in un numero di giocatori che secondo me la danno per favorita, poi non si sa mai, sarà il campo ad esprimere il verdetto ed è per questo che siamo tutti qui a giocare per raggiungere i nostri obiettivi.

fonte foto: VirtusBologna