Al Teatro d’Europa risate “amare” con il cabaret di Lino Barbieri

19 marzo 2010

Cesinali – Un recital comico di Lello Marangio. L’ambiguità del mondo moderno. I suoi costumi, i suoi paradossi, i fatti che evocano una satira spontanea ma non comune. “Misto Lino” non è un insieme di battute-tormentoni, non un monotono collage di sketch, nemmeno una lista ripetitiva di freddure. Il plot del nuovo spettacolo di Lino Barbieri “è un pretesto per raccontare il tessuto sociale e l’attualità nella quale viviamo oggi”, spiega l’attore. Scritto da Lello Marangio, il recital comico che andrà in scena domenica 21 marzo alle ore 19.30 al Teatro d’Europa di Cesinali “parla di Italia, di Europa, di politica estera e dei trend quotidiani che rendono l’uomo vittima consapevole-inconsapevole del suo tempo”. Con l’intervento di questi personaggi, uno dopo l’altro alter-ego di Barbieri, si rappresenta così la frammentazione delle nostre personalità. Due ore in scena senza intervallo per cercare di comprendere i meccanismi di un’umanità che rema contro se stessa (senza rotta) e che di se stessa vuole continuare a ridere. È questa l’ultima possibilità di perdonarsi, forse? Lino Barbieri lascia agli spettatori la sentenza. Il pubblico si troverà di fronte un palcoscenico con l’allestimento di due edicole: totem della comunicazione, del sapere e del non-sapere in questo terzo millennio. Edicole come avamposti dei diritti e dei doveri, come specchi delle convivenze e delle rivalità intercontinentali.