Agente penitenziario aggredito da un detenuto, Russo (Osapp): “Provvedimenti inevitabili”

Agente penitenziario aggredito da un detenuto, Russo (Osapp): “Provvedimenti inevitabili”

15 giugno 2019

Un poliziotto penitenziario del carcere di Avellino è stato aggredito da un detenuto ed ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso, a denunciare l’accaduto è il Dirigente Nazionale Dott. Maurizio Russodell’Osapp.

“Le criticità oramai sono all’ordine del giorno ed il sistema regge ancora grazie all’abnegazione ed al sacrificio degli uomini e delle donne in divisa. È sotto gli occhi di tutti che servono urgenti provvedimenti per frenare la spirale di tensione e violenza nei confronti degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria nelle carceri, una mattanza che quotidianamente vede vittime i nostri agenti, che svolgono il proprio dovere in servizio dello Stato in strutture fatiscenti, che non garantiscono più alcuna sicurezza” dichiara Maurizio Russo.

“Esprimiamo sincera solidarietà al nostro collega ed è auspicabile che, quanto prima, si superino gli effetti deleteri della legge Madia che in modo drastico ha tagliato gli organici del corpo di polizia penitenziaria” conclude Maurizio Russo.