Acs, Greco lascia. Bilotta: “Foti non trascini la vicenda fino alle elezioni”

Acs, Greco lascia. Bilotta: “Foti non trascini la vicenda fino alle elezioni”

3 ottobre 2017

Il nuovo piano d’impresa dell’Acs è pronto e anche il bilancio 2016 è stato ultimato. Il prossimo 20 ottobre arriverà in Aula per l’approvazione. Ma è su quello che succederà dopo che sorgono i dubbi, soprattutto su chi guiderà la società. Questa mattina l’amministratore pro tempore d Acs, Giovanni Greco, ha illustrato il lavoro svolto alla commissione Bilancio, presieduta da Alberto Bilotta.

Il bilancio 2016 chiude con un attivo di 80 mila euro, mentre il nuovo piano d’impresa redatto da Greco riduce i compiti di Acs alla sola gestione della sosta. «Una volta approvato il Bilancio dal Consiglio, il mio lavoro potrà dirsi ultimato», annuncia Greco in pratica ribadendo per l’ennesima volta che lascerà la guida di Acs. «Ho adempiuto al mio dovere – spiega – ora è giunto il momento di farmi da parte».

Nel frattempo, però, resta un altro problema da risolvere: il bando per l’assegnazione delle aree chiuse. L’amministrazione intende preparare una nuova gara per affidare le aree, ma il bando precedente non è stato mai annullato e di conseguenza non è possibile andare avanti. «Spetta alla commissione esaminatrice valutare questa gara – spiega Greco. Se dovesse giudicarla “infruttuosa” allora potrò cominciare a preparare il nuovo bando», così come stabilito dalla Giunta comunale poche settimane fa. Lo stesso Greco, però, sottolinea come questo discorso sia ancora in «alto mare», quindi al momento non si parla di assegnare la aree chiuse.

Sul futuro di Acs, le preoccupazioni del presidente di commissione, Alberto Bilotta, sono tante: «Se il sindaco non nominerà presto il successore di Greco – spiega – si rischia di vanificare il buon lavoro che ha svolto. Foti deve farci capire cosa vuole fare senza trascinare la vicenda fino alle elezioni».