Acqua alta in città. Notte di paura e interventi in Irpinia

Acqua alta in città. Notte di paura e interventi in Irpinia

20 novembre 2018

Acqua alta in città. La mattina dopo una notte di paura e interventi si registrano anche disagi per il nubifragio che, ieri pomeriggio, si è abbattuto in città e nell’hinterland. Sono circa 150 i millimetri di pioggia caduti nelle ultime 12 ore ad Avellino, nella zona centrale della città.

Tantissime le zone dove l’acqua è ancora decisamente al di sopra del livello di guardia, come intorno la rotonda di via Scandone o nella centralissima piazza Kennedy dove, stamane, i pullman hanno incontrato qualche difficoltà a mettersi in moto.

Via Francesco Tedesco, via Fratelli Troncone e Rione San Tommaso le zone dove, ieri sera, si sono registrati le maggiori difficoltà. Tantissime le segnalazioni arrivate ai Vigili del Fuoco, costretti ad una notte di super lavoro per aiutare automobilisti in panne e prestare soccorso in diverse abitazioni del centro e delle periferie.

In provincia il fiume Calore è esondato in diversi punti, con danni sulle sponde dei terreni vicini. Detriti e fango anche sull’Appia. Così come si registrano danni anche ad Atripalda, dove il Fenestrelle è esondato nel tratto che collega il comune con il nucleo industriale. 

Rallentamenti anche lungo la Variante e l’Ofantina. Diversi i comuni dell’hinterland dove si registrano interventi e disagi. Alcune abitazioni, soprattutto nell’hinterland, sono rimaste a lungo isolate e senza corrente.

Sono circa 150 i millimetri di pioggia caduti nelle ultime 12 ore ad Avellino, nella zona centrale della città. Nelle foto, l’evoluzione dei principali parametri Meteorologici rilevati dalla nostra centralina meteo ed alcune foto dalla centralissima piazza macello (inviateci da Milena Casciano).