Acli, appello al Comune: “Avellino diventi città dei bambini”

Acli, appello al Comune: “Avellino diventi città dei bambini”

27 giugno 2018

Marco Grasso – “Avellino può e deve diventare la città dei bambini, dei minori. Ma per raggiungere un obiettivo così ambizioso è necessario il sostegno di tutti”. L’appello alle amministrazioni e agli enti locali territoriali arriva dal Circolo della Stampa dove, stamane, l’Us Acli ha presentato la manifestazione “Bimbo days e Avellino Fantasy”. Sabato 30 giugno e domenica 1 luglio, in piazza Libertà e piazza Garibaldi, saranno allestiti 14 gonfiabili, una ruota panoramica, un’area fitness ed un’area games.

Parte del ricavato sarà devoluto alla Onlus “Minori in primo piano”. “Vogliamo creare una rete che lavori ad un progetto che metta al centro dell’attenzione i più piccoli”, precisa l’ex assessore comunale Sergio Trezza, ideatore del progetto.

“Il nostro sogno, poi, è creare un parco giochi per bambini disabili. E’ chiaro che da soli non potremo mai farcela: è il secondo anno che portiamo avanti questa manifestazione, e non è stata certo un’impresa facile. Serve il contributo di tutti, a partire dalla nuova amministrazione, chiamata a fare un passo in avanti, a sostenere concretamente il nostro progetto. Vogliamo dare il nostro contributo, insieme a tante altre realtà, a migliorare la vivibilità della nostra città. Crediamo che investire sui giovani, sui più piccoli sia un passaggio necessario”.

L’appello è rivolto ad enti ed associazioni affinché investano concretamente nel sociale. “Servono risorse specifiche, capitoli di spesa destinati alle politiche sociali. Perché non utilizziamo le sedi delle Circoscrizioni per creare dei centri socio-educativi per i minori? Può essere un punto di riferimento, un’occasione di crescita delle nuove generazioni”, conclude Trezza.

E i minori sono stati il filo rosso anche del convegno che si è svolto subito dopo la conferenza stampa di presentazione del progetto. “L’infanzia negata verso la tutela degli orfani di femminicidio” è il titolo del confronto al quale hanno preso parte il commissario regionale Us Acli Alfredo Cucciniello, la vicepresidente Acli Mariangela Perito, il delegato provinciale del Coni Giuseppe Saviano, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Mercogliano Giacomo Dello Russo e il maresciallo dei Carabinieri di Monteverde Annamaria Iacoponi.

L’incontro è stato introdotto dall’avvocato Tiziana Tomeo, referente regionale dell’associazione “Minori in primi piano”. Nel corso del dibattito è stata sollecitata la necessità di intervenire, con misure di tutela ad hoc, a sostegno dei minori orfani di femminicidio, di madri uccise da mariti o compagni violenti.