Abusi edilizi nel Parco del Partenio, controlli e denunce dei carabinieri forestali

Abusi edilizi nel Parco del Partenio, controlli e denunce dei carabinieri forestali

20 ottobre 2019

I carabinieri della Stazione Forestale di Summonte hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino un uomo ritenuto responsabile di abusivismo edilizio in area ricadente nel Parco Regionale del Partenio.
L’attività, eseguita con l’Ufficio Tecnico Comunale, ha consentito di accertare a Sant’Angelo a Scala, all’interno della proprietà dell’uomo, la realizzazione di una controparete di circa 15 metri di lunghezza, in assenza di titolo abilitativo.

Sempre i Carabinieri della Stazione Forestale di Summonte, questa volta a Pietrastornina, hanno scoperto che ignoti utilizzavano richiami acustici ed elettronici per attività venatoria. La cassa riproduzione audio ed il timer erano posti all’interno di un contenitore di ferro e, insieme all’accumulatore di corrente, erano collocati direttamente al suolo, mentre la cassa acustica di colore nera era posta in cima ad un palo in legno per aiutare la propagazione del suono della “quaglia”. L’area ove è stato rinvenuto il richiamo elettronico rientra nella perimetrazione dell’area protetta denominata Parco Regionale del Partenio e pertanto sottoposta a vincolo paesaggistico.