“Abitare la città. Abitare la Vita”, al via il 37esimo convegno pastorale di Ariano-Lacedonia

“Abitare la città. Abitare la Vita”, al via il 37esimo convegno pastorale di Ariano-Lacedonia

23 agosto 2018

Al via il XXXVII Convegno Pastorale della Diocesi di Ariano Irpino-Lacedonia, guidata da  Mons. Sergio Melillo.

Il titolo scelto quest’anno è Abitare la città. Abitare la Vita. “Abbiamo bisogno di riconoscere la città con uno sguardo contemplativo, uno sguardo di fede che scopra quel Dio che abita nelle sue case, nelle sue strade, nelle sue piazze” (EG 71).

L’evento ecclesiale sarà celebrato da giovedì 30 agosto a domenica 2 settembre, presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo “Mancini” in via Cardito di Ariano Irpino. La conclusione è prevista per il 2 settembre presso la Basilica Cattedrale di Ariano.

L’annuale appuntamento diocesano vede coinvolti i sacerdoti, i religiosi e i laici (circa 400 ogni anno), convocati, per la terza volta da quando è alla guida della Diocesi irpina, da Mons. Sergio Melillo.

L’evento pastorale diocesano nasce dalla consapevolezza – come ricorda il Vescovo nella sua Lettera di convocazione – chesiamo viandanti in un’epoca di sfide e di attese, «stranieri e pellegrini come i nostri padri» (cfr. 1 Cronache 29,15)” e dal fatto che “oggi, «nuove culture continuano a generarsi, il cristiano non vuole più essere promotore o generatore di senso, ma riceve da esse altri linguaggi e paradigmi che offrono nuovi orientamenti di vita, spesso in contrasto con il Vangelo di Gesù» (Papa Francesco).

Proprio in sintonia e comunione con il Santo Padre, il Vescovo Melillo precisa nella sua Lettera che “quando Papa Francesco ha comunicato il tema del sinodo «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale», ho pensato subito che il Convegno di quest’anno non poteva che essere sul discernimento da compiersi insieme in continuità col convegno pastorale dello scorso anno”. Una sensibilità ed un’attenzione al mondo giovanile avvertita, in particolar modo, “nella straordinaria esperienza della giornata diocesana dei giovani a Montefalcone Val Fortore con tanti ragazzi delle nostre parrocchie sotto lo sguardo della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo. È stato tempo prezioso che ho trascorso con i giovani, non solo a coronamento del cammino vissuto insieme in preparazione al sinodo ma, per riflettere sul futuro!”.

E, proprio ai giovani, il Pastore della Diocesi si rivolge direttamente, nell’attesa di realizzare nei quattro giorni di Convegno un incontro basato sull’ascolto, sul dialogo e sulla condivisione di problematiche e speranze che caratterizzano la Città.

“Voi giovani – scrive il Vescovo – avete tanto da dire! Domande, speranze e sogni che a volte fanno a pugni con la realtà che sperimentate stretta, vecchia e faticosa. Sono con voi per incoraggiarvi a fidarvi di Gesù e della Sua Chiesa, la quale, seppure impastata di povertà e limiti, ha in sé il germe della grazia e della santità. Voglio incontrarvi, dialogare, ascoltare le vostre esigenze, le attese e condividere i vostri sogni. Il senso del mio invito ad “abitare la città” è proprio questo”.

Come si svolgerà il Convegno?

Ecco i passaggi che saranno proposti: giovedì 30 agosto, alle ore 16:00, presso l’Auditorium dell’IC in via Cardito di Ariano I., è prevista la Preghiera di inizio e l’ascolto delle esperienze giovanili de “Il Centro Astalli”, a cura della Caritas diocesana e dei seminaristi. Alle 16:30 ci sarà il saluto e l’introduzione ai lavori del Convegno da parte del nostro Vescovo. Alle ore 17:00, la dott.ssa Cecilia Costa, docente di Sociologia presso l’Università degli studi di Roma Tre, relazionerà su “Rilettura della situazione giovanile in Italia e sul lavoro del Sinodo in diocesi”. Seguiranno la presentazione di alcune esperienze giovanili provenienti dal mondo scolastico, un momento di feedback con il relatore e la preghiera conclusiva della prima giornata di Convegno. Alle ore 21:00, presso il Castello Normanno di Ariano Irpino, si terrà una serata di approfondimento con i giovani.

Venerdì 31 agosto (Auditorium dell’IC in via Cardito di Ariano I.) dopo la preghiera delle Lodi, alle ore 10:00, Mons. Antonio Mastantuono, Vice assistente Nazionale di Azione Cattolica e docente di teologia Pastorale presso la Pontificia Università Lateranense, relazionerà su “Il Progetto Cresima: verifica e considerazioni”. Nel pomeriggio, con inizio alle ore 16:00, saranno proposte esperienze giovanili provenienti dal mondo dell’Oratorio. In particolare, sarà presentato il Centro Sociale Comunitario Oratorio Parrocchiale, a cura di don Federico Battaglia della parrocchia sant’Antonio di Padova in Trecase (NA). Alle 16:30, don Michele Falabretti, Direttore del Servizio Nazionale di Pastorale Giovanile, relazionerà su “Il Sinodo e le nuove prassi di Pastorale Giovanile: come avviare processi educativi”. La serata di approfondimento con i giovani si terrà presso il Castello d’Aquino di Grottaminarda.

Sabato 1 settembre (Auditorium dell’IC in via Cardito di Ariano I.), alle Lodi seguirà la relazione di don Salvatore Soreca, docente presso l’Istituto di Catechetica dell’Università Pontificia Salesiana e presso l’ISSR di Benevento; l’intervento sarà incentrato su “Comunicare la fede ai giovani nell’era social-mobile”. Seguiranno i workshop degli Uffici Pastorali diocesani, il cui lavoro verterà sul tema “Alla ricerca di nuove prassi di Pastorale Giovanile”. Nel pomeriggio, alle ore 16:00, come nei primi due giorni, saranno presentate altre esperienze provenienti dal mondo dei giovani. Il tema scelto è “La vita sociale delle comunità” e sarà curato da don Emilio Carbone, Direttore dell’Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro della diocesi di Avellino. Seguirà un momento di sintesi e dialogo a seguito del lavoro mattutino realizzato dagli Uffici diocesani.

Domenica 2 settembre, con inizio alle ore 18:30, la solenne concelebrazione eucaristica nella Basilica Cattedrale di Ariano Irpino e presieduta dal Vescovo concluderà il XXXVII Convegno pastorale. All’interno della Santa Messa, saranno ammessi agli Ordini Sacri i seminaristi Francesco Di Pietro e Vincenzo Losanno.